nerazzurrisiamonoi-antonio-conte-lazio-inter-2020...
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

CONTE MILAN FORTUNATO – Antonio Conte, intervistato da Sky al termine del Derby, recrimina per l’1-2 subito dal Milan: “Noi poco cinici, troppe occasioni sprecate”.

Conte: “Creato tantissimo, spiace per i ragazzi”

nerazzurrisiamonoi-antonio-conte-lazio-inter-2020...
LaPresse

“Non è il momento di guardare le situazioni extra calcio. Dispiace aver perso una partita ben giocata. Abbiamo creato tantissime occasioni. Sono stati bravi e fortunati. Dispiace per l’impegno dei ragazzi, ci tenevano a vincere la partita. Abbiamo commesso due disattenzioni, ma ripeto: abbiamo avuto tantissime occasioni per pareggiare il risultato”.

Conte: “Milan fortunato, abbiamo lottato sino all’ultimo”

“Ogni partita creiamo tante situazioni per fare gol. Dobbiamo essere più freddi, cinici e cattivi e sfruttare le occasioni create. Non ho niente da imputare ai ragazzi, hanno lottato sino all’ultimo e ripeto: non siamo stati fortunatissimi questa sera”.

Conte difende Kolarov: “Ha giocato nel suo ruolo”

“La solidità difensiva è importante, serve sempre equilibrio. Poi giocando con Perisic e Hakimi da esterni, che di fatto sono due ali, giochiamo con due attaccanti in più. Qualcuno vuole pure il trequartista. Dobbiamo essere bravi a mantenerli. Stiamo parlando di due gol evitabilissimi. Kolarov? Quello è il miglior ruolo per lui in questo momento, per caratteristiche e momento della carriera. Poi è inevitabile: c’è da lavorare con lui e con tutti. Ma ripeto: abbiamo fatto la partita, creato tanti occasioni. Se avessimo segnato avremmo parlato di un’Inter bella. Invece parliamo di una sconfitta nel Derby”.

Conte: “Non parlo di mercato”

“Via Godin? Di mercato non parlo. Qualsiasi cosa accaduta è stata una situazione valutata col club. Io deve allenare i giocatori, devo farli migliorare, questo mi riesce bene. Di mercato domandate ai dirigenti”.

Conte loda Barella

“Se nell’Inter manca un Conte come giocatore? Se rivedete la partita Barella ci è arrivato spesso. Le sue caratteristiche sono un po’ quelle che avevo io, poi per me lui può diventare un top player e sarà più bravo di me. Tutti i nostri centrocampisti sono poi arrivati al tiro…”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.