Nuovo stadio Milano, Sala: "Sono ottimista, il progetto ora mi convince". Poi sul derby dice...

4 Febbraio 2020
- Di
Redazione NR
Tempo di lettura: 2 minuti

NUOVO STADIO MILANO SALA - Importanti sviluppi, almeno in termini di intenzioni espresse, sulla questione del nuovo stadio di Milano. Il sindaco Giuseppe Sala ha rilasciato delle dichiarazioni, tra gli altri, a Sport Mediaset. Attraverso le quali esprime soddisfazione per la nuova linea intrapresa da Inter e Milan sulla presunta inevitabilità dell’abbattimento del Meazza. Che pare sempre di più poter essere salvato con un'opera di rifunzionalizzazione dell'impianto. Ecco le parole del primo cittadino milanese.

Sala, il nuovo dialogo sul nuovo stadio

"Questione stadio? Divento più ottimista, perché credo che le due società si stiano avvicinando alle nostre richieste. Che erano molto semplici: salvare San Siro non tanto come vestigia del passato, ma per farne una realtà viva e non abbatterlo. Mi piace che il Meazza possa diventare una cittadella dello sport, diverso da come è oggi. Altra questione era che non potevamo essere penalizzati economicamente come era nella prima proposta delle squadre. Mi pare che le società ci stiano venendo incontro. Il progetto di Inter e Milan sullo stadio ora mi convince. Il tema è capire la questione delle volumetrie. Non è il fatto di essere più o meno generosi, è rispettare le regole e mettere le squadre alla pari di chi altro vuole realizzare qualcosa in città. Il problema riguarda le regole amministrative. Abbiamo fatto grandi passi avanti comunque".

Sala, oltre al nuovo stadio c'è il derby di Milano...

Grande tifoso interista, il sindaco ha parlato anche del derby di domenica prossima: "Il derby è sempre il derby, una partita che va sempre per il suo registro, difficile fare previsioni sul risultato. Mi preoccupa il nuovo Milan, Ibrahimovic è forte perché è un giocatore intelligente, sarà motivo di grande attenzione. Entrambe le squadre hanno bisogno di vincere, il pareggio non basta a nessuno. Se sarò allo stadio? Non vado mai a vedere il derby e non ci andrò nemmeno questa volta. Soffrirò da casa, per così dire. C'è grande ansia. Avrei comunque firmato a inizio anno per essere così vicino alla Juventus a questo punto del campionato".

Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
Privacy Policy-
Cookie Policy
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram