Juary Jorge: "All’andata Inter favorita. Il Port al Dragao diventa fortissimo"

21 Febbraio 2023
- di
Redazione NR
Categorie:
Condividi:
Romelu Lukaku applaude e ne parla Juary Jorge nell'intervista alla vigilai di Inter Porto Champions League Intervista
Tempo di lettura: 2 minuti

JUARY JORGE INTER PORTO - In vista della sfida di andata degli ottavi di Champions League, l’ex di Inter e Porto, Juary Jorge ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport, in merito alla sfida di mercoledì 22 febbraio, Queste le sue parole. 

Il ricordo di Juary Jorge sull’esperienza all’Inter

"L’arrivo a Milano fu uno dei momenti più belli della mia carriera. Ma anche tra i più brutti. Arrivai in un club straordinario, ma forse in quel momento non ero ancora pronto per l’Inter. Fosse successo anni dopo, magari sarebbe stato diverso. Ma non ho rimpianti, nella vita bisogna sempre essere pronti, sia per vincere sia per perdere. 

Dispiace perché avrei potuto fare molto meglio: i tifosi dell’Inter meritavano di vedere il vero Juary, quello che tutti hanno poi conosciuto e ricordano ancora. All’Inter, però, sarò grato in eterno: ho giocato in una squadra di campioni".

Juary Jorge sul gol in finale di Coppa dei Campioni rifilato al Bayern indossando la maglia del Porto

"Un momento memorabile, indimenticabile. Quella sera resterà sempre nella storia del calcio e del Porto. Per noi era la prima finale di Coppa Campioni, il Bayern invece era abituato alla pressione di certe partite. All’inizio eravamo intimoriti, poi ci siamo guardati in faccia e abbiamo capito che potevamo fare di più. E ci siamo riusciti".

Jorge su Inter - Porto di Champions League

"Sono due squadre diverse, che vivono momenti diversi. All’andata l’Inter è leggermente favorita perché giocherà in casa. Il Porto dovrà contenere e limitare l’avversario, per giocarsi tutto al Dragao, dove diventa fortissimo. 

Il Porto è un collettivo che Conceiçao ha plasmato benissimo. Squadra tosta, coesa, che sa quali sono i suoi punti di forza. E il gruppo è l’arma migliore. Sembra una frase fatta, ma questo punto fa la differenza.

L’Inter dipende troppo dalla vena dei suoi attaccanti. Se Lautaro sta bene, allora può battere chiunque, altrimenti può fare molta fatica. E a Inzaghi manca ancora il vero Romalu Lukaku, quello che dominò la A due anni fa".

La sfida Inzaghi - Conceiçao

"Simone mi piace dai tempi della Lazio. Sa cosa vuole, ha le idee chiare. Ha il suo modo di giocare riconoscibile e ha fame di successo, per questo è molto attento a ogni dettaglio. Ma Sergio è straordinario: è incredibile come riesca a ottenere il massimo da ogni giocatore. Lui è un leader vero e riesce a trasmettere questa sua passione alla squadra. 

In questo momento, per quello che si è visto tra la Serie A e il campionato portoghese, credo che Conceiçao abbia qualcosa in più.

Sergio è abituato a questi confronti europei, partite da dentro o fuori, con una pressione enorme. E in passato ha eliminato squadre molto forti come Roma e Juve, partendo da sfavorito. Sergio ha in mano la squadra, più di Inzaghi. 

E non voglio attaccare o criticare nessuno. Dico che da quello che si percepisce da fuori, Conceiçao ha trovato un equilibrio totale. Inzaghi, invece, forse non ha ancora trovato al 100% la chiave della sua Inter".

Il pronostico di Juary Jorge su Inter Porto

"Difficile, la Champions è un torneo in cui bisogna vivere alla giornata, partita dopo partita. E incide molto il momento di forma. Però auguro a chi passa di arrivare più lontano possibile, perché entrambe hanno grande qualità".

SEGUI NERAZZURRISIAMONOI.IT SU INSTAGRAM

Seguici Su

Logo facebookLogo InstagramLogo X Twitter
Immagine del banner per la tenuta di Castelfalfi
Immagine del banner Fashion Design Mateverse Show di Swiss-ITMImmagine del banner per il corso di Fashion Designer di Swiss ITMMr. Sgravo - discord Specialist by SgravotechAdvepa - 3D for Business
Logo facebookLogo InstagramLogo X Twitter
Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
chevron-down