Simone Inzaghi
|Nerazzurrisiamonoi.it
Tempo di lettura: 2 minuti

CONFERENZA STAMPA INZAGHI – Alla vigilia di Inter-Real Madrid, Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa da Appiano Gentile. Il tecnico ha risposto alle domande dei giornalisti presenti via Zoom.

Tre anni senza qualificarsi, può essere uno stimolo o uno svantaggio psicologico

“Il passato è un discorso a parte. Dobbiamo scrivere il presente sarà un girone complicato ma vogliamo passarlo”

L’esperienza in queste gare

“L’esperienza in queste partite è molto importante, il girone non è semplice. Oltre al Real ci sono due squadre che faranno di tutto per metterci in difficoltà. Abbiamo smaltito la partita di Genova e ora ci concentriamo su domani. Loro hanno una grandissima storia e grandi singoli ma vogliamo affrontarli nel migliore dei modi”.

Inzaghi sulla partita di domenica e la concentrazione per domani

“La partita di domenica ha lasciato del rammarico, dobbiamo considerare che abbiamo giocato con un uomo in meno nel momento cruciale del match. Il Real ha recuperato Modric e dobbiamo essere bravi anche nei minimi dettagli”.

De Zerbi parla di esperienza europea

“Tra Europa League e Champions League ho fatto oltre 50 partite, sicuramente Ancelotti è più preparato sotto questo punto di vista. Affrontiamo una grande squadra e sarà bello giocare davanti al nostro pubblico”.

La storia dell’Inter in Champions e le condizioni di Bastoni

“È da 10 anni che non si raggiungono gli ottavi, noi vogliamo farlo. Bastoni vuole esserci ma lo valuterò prima del match”.

Il rammarico di Genova

“Si può sempre migliorare, domenica ci ha penalizzato giocare con un uomo in meno. Spesso tolgo gli ammoniti per evitare questo problema ma purtroppo con l’infortunio siamo stati penalizzati”.

Ancelotti è un grande allenatore

“Carlo è un grande giocatore, quando andavo a vedere mio fratello lo ammiravo molto. Organizza bene le proprie squadre. Domani ci tocca a partita perfetta”.

Fa paura la qualità di Vinicius?

“Non dobbiamo pensare ai singoli, tutti hanno molta qualità e talento. Vinicius è un osservato speciale”.

Cosa spaventa del Real?

“Sanno giocare a calcio, dobbiamo essere bravi a concedere il meno possibile ad una squadra che sa punirti in ogni momento”.

Quanto condiziona la sfida dell’anno scorso contro i Blancos?

“Non dobbiamo pensare al passato, domani abbiamo l’opportunità di scrivere una pagina molto importante nel presente dell’Inter. Non possiamo limitarci a pensare solo alla fase di non possesso”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.