Inter, è sindrome da scontri diretti? Solo 5 punti (tutti casalinghi) contro le prime della Serie A

9 Marzo 2020
- Di
Redazione NR
Tempo di lettura: 2 minuti

INTER SERIE A - Con la sconfitta maturata ieri sera all'Allianz Stadium, probabilmemte l'Inter ha detto addio ai suoi sogni scudetto. Inizia a preoccupare l'involuzione dei nerazzurri, brillanti fino alla sosta di Natale e poi, proprio quando si credeva potesse addirittura migliorare grazie ai nuovi acquisti, spenti. Prima di tutto nel mordente, nella cattiveria agonistica. Ma anche sotto il profilo del gioco l'undici di Conte pare tornata indietro di parecchi mesi, alle amichevoli precampionato. Difficile dare una spiegazione. Molto più facile invece capire come mai i nerazzurri possano essere scivolati, seppur con una partita in meno, a - 9 dalla Juventus e a -8 dalla Lazio. Gli scontri diretti, se prendiamo in considerazione anche Atalanta e Roma rispettivamente quarta e quinta in classifica, sono il vero tallone d'Achille dei ragazzi di Conte. Vediamo il cammino nelle partite in cui la posta in palio vale doppio.

Inter, magrissimo il bottino negli scontri diretti in Serie A

Inter-Juventus 1-2
Inter-Lazio 1-0
Inter-Roma 0-0
Inter-Atalanta 1-1
Lazio-Inter 2-1
Juventus-Inter 2-0

La sindrome da big-match

Come si può evincere da questo resoconto, i nerazzurri hanno raccolto appena 5 punti su 18 disponibili negli scontri diretti con le grandi della Serie A. Pur disputando ben 4 partite su 6 in casa, l'Inter ha racimolato una sola vittoria a fronte di ben 3 sconfitte e 2 pareggi. Tutte perse le sfide giocate lontano da San Siro, mentre annotiamo che l'Atalanta ha addirittura avuto il rigore della vittoria a Milano, fortunatamente parato da Handanovic. E che nella sfida contro la Lazio prima del gol di D'Ambrosio lo stesso portiere sloveno aveva dovuto sventare diverse conclusioni a rete dei biancocelesti. Che forse avrebbero meritato il vantaggio per quanto fatto nei primi 20'. Insomma sembra che Conte e i suoi soffrano terribilmente i match contro le squadre più attrezzate. Un'altra spia di questa nostra tesi è data dall'analisi dei gol fatti. Appena 4 in 6 partite. E dal contributo alla causa di Romelu Lukaku, mai a segno contro le suddette avversarie.

Alessio Cherubini

Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
Privacy Policy-
Cookie Policy
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram