nerazzurrisiamonoi-inter-rocco-deserto-tifoso...
|Nerazzurrisiamonoi.it
Tempo di lettura: 2 minuti

IL PADRE INTERISTA VIENE A MANCARE ROCCO REALIZZA IL SUO SOGNO – Per una vita ha tifato per la Beneamata, nonostante vivesse dall’altra parte del mondo. Il suo sogno era quello di vedere l’Inter almeno una volta live a San Siro. Giuseppe non ce l’ha fatta. Ma suo figlio Rocco si era fatto una promessa: “Esaudirò il desiderio di mio padre”. E così è stato.

Tifare Inter da New York

nerazzurrisiamonoi-inter-rocco-deserto-tifoso...
|Nerazzurrisiamonoi.it

Rocco Deserto è un italo-americano 33 enne tifosissimo dell’Inter. Vive a New York e la passione per i colori nerazzurri gli è stata trasmessa dal padre Giuseppe. “Nella Grande Mela ci sono molti supporters della Beneamata – racconta il ragazzo in esclusiva a Nerazzurrisiamonoi.it -. Probabilmente a livello di numero sono di più gli juventini, ma questo perché rispetto a loro ultimamente non abbiamo vinto molto, purtroppo. Sono però convinto che con qualche acquisto mirato e un miglioramento della rosa nel mercato invernale potremmo conquistare lo Scudetto. Magari i bianconeri si concentreranno di più sulla Champions e noi potremmo conquistare punti preziosi in campionato”.

Il padre interista sogna San Siro ma viene a mancare: Rocco realizza il suo sogno

nerazzurrisiamonoi-giuseppe-deserto-tifoso.
|Nerazzurrisiamonoi.it

C’è un motivo molto nobile alla base del viaggio di Rocco a Milano: “Mio padre Giuseppe ha desiderato per tutta la vita seguire dal vivo a San Siro la sua Inter. Purtroppo si è ammalato ed è venuto a mancare. Ma io mi ero ripromesso di realizzare il suo desiderio. E l’altro giorno ce l’ho fatta, anzi ce l’abbiamo fatta – racconta il ragazzo orgoglioso e quasi con occhi lucidi mostrando le immagini scattate nell’impianto sportivo -. Prima con una visita guidata alla Scala del Calcio e poi in tribuna per Inter-Cagliari.

Tra 4-1 e segni del destino

Col 4-1 al Cagliari l’Inter si è qualificata per i quarti della Coppa Italia. E il quarto gol è stato realizzato da Andrea Ranocchia. Per un punteggio e un marcatore che per Rocco sono una sorta di segno del destino: “Entrare a San Siro è stato qualcosa di indescrivibile. Tutto il pubblico faceva il tifo ed era coinvolto a sostenere i nerazzurri. In più abbiamo vinto, con 4 reti, come i nipoti di mio padre: è stata una bella partita e ha segnato proprio il roccioso difensore umbro. Sapete chi aveva segnato nel giorno del funerale di papà? Proprio Ranocchia, uno che non è che giochi o segni poi così tanto. Coincidenze? No, un segno del destino”. O il modo del padre Giuseppe di ringraziare suo figlio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.