Bergomi: "Conte deve essere sé stesso. Eriksen? Non vorrei diventasse un problema per l'Inter..."

26 Ottobre 2020
- Di
Redazione NR
Categorie:
nerazzurrisiamonoi-inter-bergomi-giuseppe-interviste-scudetto
Tempo di lettura: < 1 minuto

INTER BERGOMI CONTE ERIKSEN - Come di consueto, dagli studi di Sky Calcio Club, Beppe Bergomi ha commentato le gesta dei nerazzurri, con riferimento - ma non solo, ndr - all'ultima gara di campionato, vinta sul campo del Genoa. Antonio Conte e Christian Eriksen sono stati gli argomenti trattati dallo storico ex Capitano nerazzurro. Ecco le sue parole.

Bergomi su Conte

"Siamo all’inizio, Conte sta comunicando in una maniera diversa e guida la squadra in modo diverso quando è sotto nel punteggio o deve segnare: poi quando segna, torna il Conte di prima. Lui deve essere sé stesso: se questo modo di comunicare va a discapito della squadra, non va bene. L’Inter gioca in maniera diversa, non è stata una bella Inter nel primo tempo, lenta e noiosa. Nel secondo tempo, dopo averla sbloccata, è venuta fuori un'Inter che deve avere spazi per rendere al meglio. Se tu ti schiacci là, devi avere abilità tecniche che forse questa squadra non ha".

Su Eriksen

"Non entro nell’aspetto tecnico, ho già parlato tanto. I tifosi tante volte non conoscono i giocatori, solo per sentito dire: noi dobbiamo conoscerli e li commentiamo. Non vorrei diventasse per l’Inter un problema: ogni volta, se gioca o no, ne parliamo. Io penso all’Inter, penso non sia giusto".

Seguici Su

Virgilio Degiovanni - From Hell to MetalandHomo Ethicus Oeconomicusil Salotto del CalcioVirgilio Degiovanni - From Hell to MetalandCorriere VinicoloProdotti GiuridiciAdvepa - 3D for Business

Interviste

Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram