Suning e la ricerca di nuovi investitori: spunta la pista americana per un socio di minoranza

31 Dicembre 2020
- Di
Redazione NR
Categorie:
nerazzurrisiamonoi-inter-jindong-zhang-suning-inter
Tempo di lettura: 2 minuti

INTER SUNING CAPITALI - Il summit di fine anno tra le varie componenti della società nerazzurra ha tracciato la linea da seguire in ambito economico per la stagione in corso. A causa del Covid e di alcuni mancati introiti attesi dalla società - leggi la qualificazione al turno successivo di Champions League, ndr - è stata ufficializzata la linea dell'austerity: oculatezza sul mercato e stop ad investimenti folli. In questo nuovo scenario, già emerso dall'ultimo bilancio emesso a fine novembre, la proprietà Suning ha dovuto rivedere la sua linea di condotta. Apportando delle modifiche e delle nuove strategie ben illustrate dall'approfondimento del Corriere dello Sport oggi in edicola. Vediamo la situazione.

Inter, Suning alla caccia di nuovi capitali

I vertici della proprietà nerazzurra si starebbero muovendo su un triplice fronte: il rifinanziamento del bond attuale, in scadenza nel dicembre 2022; il lancio di un nuovo bond; la ricerca di un altro socio di minoranza. Quest'ultima azione, sebbene non ancora confermata ufficialmente, avrebbe già trovato riscontro negli ambienti finanziari. L'Inter avrebbe dato mandato a Goldman Sachs per sondare il mercato degli investitori specializzati in debiti. Una tale operazione di rifinanziamento dovrebbe essere conclusa con almeno un anno di anticipo rispetto alla scadenza del bond attuale.

La novità del mercato americana: il nuovo socio di minoranza

La novità più rilevante in seno alla nuova strategia economica del gruppo Suning è quella della possibilità che un nuovo investitore possa assurgere al ruolo di nuovo partner della società nerazzurra. Trovare un socio di minoranza in grado di immettere liquidità nelle casse nerazzurre sarebbe un colpo da maestri in questa particolare congiuntura finanziaria. Le indiscrezioni riportate dal quotidiano romano sull'argomento parlano della possibile espansione nel mercato americano. Suning, che è l'azionsta di maggioranza col 68% delle quote, è affiancato attualmente dal fondo LionRock, che è strettamente collegato alla Casa Madre e che detiene il 31,05% delle azioni. Non si esclude che proprio quest'ultimo asset possa cedere parte delle sue quote ad un nuovo investitore/ partner a stelle e strisce. Il Presidente Zhang si starebbe già muovendo in questa direzione da diverse settimane...

Seguici Su

Virgilio Degiovanni - From Hell to MetalandHomo Ethicus Oeconomicusil Salotto del CalcioVirgilio Degiovanni - From Hell to MetalandCorriere VinicoloProdotti GiuridiciAdvepa - 3D for Business

Interviste

Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram