nerazzurrisiamonoi-correa-joaquin-argentina-inter
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

AFFATICAMENTO CORREA – Joaquin Correa, stando a quanto riportato dai media argentini, ha subito un affaticamento muscolare. Le sue condizioni restano da valutare: difficile giochi contro il Perù, punto di domanda sulla sua presenza con la Lazio. Rientrati ad Appiano tutti gli europei, tranne Dzeko.

Affaticamento per Correa

nerazzurrisiamonoi-correa-joaquin-argentina-inter
LaPresse

Brutte notizie per l’Inter e per Simone Inzaghi. I media argentini riferiscono infatti di un problema muscolare per Correa, le cui condizioni saranno quindi da valutare. Il Tucu rischia seriamente di saltare la partita contro il Perù e se l’affaticamento subito sarà di grave entità, non verrà nemmeno rischiato da Inzaghi contro la Lazio, a maggior ragione dopo un volo intercontinentale che lo porterà in Italia a poche ore dalla sfida contro i biancocelesti.

Tutti gli Europei ad Appiano, tranne Dzeko

nerazzurrisiamonoi-edin-dzeko-lautaro-martinez-sassuolo-inter-gol...
LaPresse

Dopo Barella, Bastoni e Dimarco, che già ieri erano ad Appiano Gentile, sono rientrati quest’oggi in Italia tutti i calciatori europei impegnati nelle gare di qualificazione al prossimo Mondiale. L’unica eccezione è relativa a Edin Dzeko, che sarà impegnato questa sera nella gara della sua Bosnia contro l’Ucraina e tornerà quindi nuovamente a disposizione di Inzaghi dalla giornata di domani. Sicura pure la sua presenza contro la Lazio, partita in cui ora Satriano si candida con forza per un minutaggio importante. Occhio anche a Sensi, che prosegue nella sua fase di recupero alla Gagliardini, vedi la parte di allenamento in gruppo e quella di lavoro personalizzato sostenuta ieri.

Recoba ricorda l’esperienza nerazzurra

Intervistato da Gol Perù, Alvaro Recoba ricorda il passato a Milano: “Sono passato all’Inter dove non mi conosceva nessuno. C’era solo un video su di me con alcuni gol, non era come oggi dove puoi vedere tutto quello che richiedi. Non c’erano tante informazioni per le persone, ma anche io non ne avevo molte. Fui fortunato perché all’Inter c’erano molti sudamericani e questo mi ha aiutato molto. Ero giovane e mi accolsero in un modo spettacolare. L’Inter è sempre stata una squadra piena di Sudamericani, allora eravamo in 15-16: argentini, brasiliani, colombiani, uruguaiani, c’era un paraguaiano. Quindi non ho mai avuto il problema di adattarmi perché se se ne andava via uno, ne arrivava un altro”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.