nerazzurrisiamonoi-de-vrij-stefan-parma-inter...
Getty Images
Tempo di lettura: 5 minuti

PARMA INTER – Partita ricca di colpi di scena quella tra Inter e Parma allo stadio Tardini. I nerazzurri, che devono fare a meno di Skriniar squalificato, vanno sotto per 1-0 dopo un gran gol di Gervinho. Il Parma gioca meglio e sfiora più volte il raddoppio. Ma de Vrij e Bastoni, a fine gara e in in tre minuti, ribaltano il match e regalano tre punti fondamentali ai nerazzurri.

Dermaku salva su D’Ambrosio, Gervinho sbaglia un rigore in movimento

Primi minuti di studio, al quinto poi l’Inter va vicinissima al vantaggio. Calcio d’angolo per i nerazzurri: Gagliardini anticipa tutti e spizza sul secondo palo. Dermaku, praticamente sulla linea, colpisce di testa, anticipando D’Ambrosio e Lukaku e salvando così la porta dei ducali. La risposta del Parma arriva al 12 esimo: Laurini va via sulla corsa e Biraghi e serve l’accorrente Gervinho. L’ex Roma calcia di fatto un rigore in movimento, ma il suo piattone termina a lato. Pochi secondi più tardi Gagliardini ci prova dalla distanza: nulla di fatto.

Parma-Inter: 1-0, lampo di Gervinho, ducali avanti

nerazzurrisiamonoi-gervinho-gol-parma-inter...
Getty Images

Dopo un quarto d’ora il Parma è in vantaggio. Lancio dalla destra per Gervinho, D’Ambrosio pensa che il passaggio sia troppo lungo e si abbassa. Errore grave del difensore dell’Inter: la palla che arriva all’ex Roma che sterza, salta Candreva e calcia battendo Handanovic: vantaggio ducale e sesto gol in campionato per l’attaccante ivoriano.

Mano in area di Kurtic, ma Godin è in fuorigioco, niente rigore

nerazzurrisiamonoi-godin-diego-parma-inter...
Getty Images

Al 19 esimo episodio sfortunato per i nerazzurri. Godin anticipa tutti i difensori e la sua zuccata viene toccata con la mano da Kurtic. Il VAR richiama Maresca: sarebbe rigore netto, ma viene sanzionata, come da regolamento, la precedente posizione millimetrica di fuorigioco del difensore nerazzurro. Qualche secondo più tardi Lukaku va via in fascia e cede a Barella: il centrocampista calcia fuori.

Cornelius, errore enorme. Lukaku non trova la zampata sul cross di Candreva

Al 26 esimo il Parma va vicinissimo al 2-0. Gervinho si libera con facilità imbarazzante di D’Ambrosio e di de Vrij. Palla nel corridoio per Cornelius che tutto solo davanti ad Handanovic calcia altissimo. Chiaro gol mangiato per il danese. Al 30 esimo l’Inter prova a rispondere, ma la punizione di Eriksen si infrange sulla barriera. Cinque minuti più tardi Candreva va via in fascia e mette in mezzo un pallone forte e insidioso, solo da spingere dentro: Lukaku non ci arriva e poi Martinez commette fallo su Scozzarella.

Kulusevski chiede il rigore, Cornelius vicino al 2-0. Lautaro ci prova, ma Sepe blocca senza difficoltà

nerazzurrisiamonoi-lautaro-martinez-parma-inter...
Getty Images

Al 37 esimo episodio piuttosto controverso. Candreva perde palla in mezzo al campo (dopo forse aver subito fallo) e il Parma passa al contrattacco. Kulusevski entra in area e punta Godin: lo svedese fa una finta, sembra scivolare, e nel mentre viene toccato da Barella. Maresca lascia correre e dal VAR non richiamano successivamente il Direttore di gara. Trascorrono tre minuti e i padroni di casa vanno ancora una volta vicini al raddoppio. Kurtic fa quello che vuole in fascia e serve Cornelius, la punta brucia Godin e calcia: palla fuori di un soffio. Tre minuti di recupero non servono all’Inter per centrare il pareggio: Lautaro ci prova al 47 esimo ma Sepe è attento. Si va all’intervallo con il Parma meritatamente in vantaggio.

Gervinho crea scompiglio, Godin e Barella murati

Nessun cambio nell’Inter nell’intervallo e ripresa che inizia con un déjà-vu. Gervinho – dopo 47 secondi – va via a de Vrij e cerca Cornelius in mezzo, ma la palla viene allontanata dalla difesa nerazzurra. La risposta meneghina arriva al 50 esimo quando Barella entra in area e prova a servire Lautaro di tacco: nulla di fatto. Pochi secondi più tardi Candreva cerca al volo il jolly su cross di Biraghi, ma la conclusione dell’ex Lazio termina altissima. Gli ospiti avanzano e cercano il pareggio: al 54 esimo, dopo un calcio d’angolo, Godin tira da buona posizione ma viene murato. Stessa sorte per il tiro successivo di Barella. Si resta sull’1-0 per il Parma anche un minuto dopo, quando Kulusevski calcia fuori.

Ancora Kulusevski: Handanovic dice di no. Candreva per Eriksen: palla fuori

Ogni volta che il Parma attacca trova l’Inter sbilanciata. Succede anche al 57 esimo quando Kulusevski guida un 3 contro 3 per i ducali, lo svedese si accentra e ci prova col mancino: Handanovic vola e respinge con i pugni. Sulla respinta Gervinho ciabatta la conclusione. Quattro minuti più tardi Godin, in proiezione offensiva, apre benissimo sulla destra per Candreva. L’87 nerazzurro serve Eriksen che tutto solo dalla lunetta del rigore calcia forte ma senza precisione.

Rosso per Berni, triplo cambio nell’Inter

Al 67 esimo Berni, in panchina, protesta troppo e viene cacciato da Maresca. Un minuto dopo triplo cambio per i nerazzurri: dentro Moses, Sanchez e Young per Candreva, Eriksen e Biraghi. Non succede nulla sino al 79 esimo, quando Lukaku porta palla e cerca l’angolino alla destra di Sepe: il portiere dei ducali resta ma la palla accarezza il palo e termina fuori. Un minuto più tardi tiro di Sanchez e parata dell’ex Napoli.

Parma-Inter: 1-1, de Vrij pareggia il conto

nerazzurrisiamonoi-de-vrij-stefan-parma-inter...
Getty Images

All’83 esimo l’Inter perviene al pareggio. Calcio d’angolo di Moses, Lautaro colpisce di testa, la palla va verso de Vrij che, sempre di testa, trova la spizzata vincente. Kucka protesta per un (presunto) fallo subito e Maresca lo caccia. Pareggio nerazzurro e Parma in 10. Si perdono più di 2 minuti. Ma finale di partita che vedrà i padroni di casa in inferiorità numerica.

Parma-Inter: 1-2, Moses per Bastoni, i nerazzurri ribaltano il match

Partita che riprende e Inter che passa in vantaggio. Moses caracolla sulla destra e poi serve in mezzo un assist al bacio per Bastoni. L’ex di turno deve solo spingere in porta di testa la palla. Partita ribaltata in pochissimi minuti. Seconda rete in nerazzurro per il giovane difensore. Nei 5 minuti di recupero non succede nulla di davvero rilevante. L’Inter, in modo clamoroso e insperato, espugna il Tardini e porta a casa 3 punti preziosissimi per la classifica.

Serie A, Parma Inter: le formazioni ufficiali

PARMA (4-3-3): 1 Sepe; 16 Laurini, 3 Dermaku, 22 Alves, 28 Gagliolo; 33 Kucka, 21 Scozzarella, 19 Kurtic; 44 Kulusevski, 11 Cornelius, 27 Gervinho. In panchina: 34 Colombi, 92 Radu, 5 Regini, 7 Karamoh, 10 Hernani, 15 Brugman, 17 Barillà, 20 Caprari, 26 Siligardi, 36 Darmian, 93 Sprocati, 97 Pezzella. Allenatore: D’Aversa.

INTER (3-4-1-2): 1 Handanovic; 2 Godin, 6 de Vrij, 33 D’Ambrosio; 87 Candreva, 23 Barella, 5 Gagliardini, 34 Biraghi; 24 Eriksen; 9 Lukaku, 10 Lautaro Martinez. In panchina: 27 Padelli, 46 Berni, 7 Sanchez, 11 Moses, 13 Ranocchia, 15 Young, 18 Asamoah, 20 Borja Valero, 30 Esposito, 31 Pirola, 32 Agoume, 95 Bastoni. Allenatore: Stellini (Conte è squalificato e in tribuna).

ARBITRO: Fabio Maresca di Napoli

Assistenti: Mondin-Prenna. Quarto uomo: La Penna. VAR: Guida. AVAR: Vivenzi.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments