nerazzurrisiamonoi-antonio-conte-inter-crotone...
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

MILAN INTER SCUDETTO- Nel pomeriggio di ieri allo stadio San Siro, l’Inter ha dominato il Milan sotto tutti i punti di vista. Il merito di questa vittoria scacciante è di tutti, dai giocatori all’allenatore. Nonostante il successo ieri Conte ha messo sull’attenti i suoi, dicendo che le prossime due gare con Genoa e Parma sono decisive per il cammino verso lo scudetto. I nerazzurri adesso hanno il destino del campionato nelle loro mani.

Come Mou

Da qui fino alla fine della stagione mancano 15 partite, tutte decisive e tutte importanti. L’Inter ha un piccolo vantaggio cioè che si può concentrare solo sul campionato, rispetto a tutti i rivali. Come scrive La Gazzetta della Sport, in serie A, Conte viaggia ad una media punti devastante come Mourinho nel 2009 e 2010. Allo stesso punto del campionato l’Inter ha gli stessi identici punti in campionato di Josè all’epoca, 53. Ci sono alcune differenze tra le due squadre, questa fa più gol (57) ma subisce anche più gol (24).

Corsa fino alla fine

Dopo il derby di ieri, Conte è consapevole che da qui fino alla fine tutte le partite sono decisive per raggiungere l’obiettivo, già a partire da domenica prossima contro il Genoa di Ballardini. Adesso rimangono solo quattro scontri diretti, di cui due saranno nelle ultime tre partite, contro Roma e Juventus. Fino a metà maggio praticamente i nerazzurri giocheranno contro squadre che sulla carta sono inferiori e il livello di attenzione deve essere altissimo. Per adesso il +4 sul secondo posto mette buonumore a tutti, ma adesso bisogna dare un segnale decisivo al campionato.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.