Inter, quasi 200 milioni di monte ingaggi: il monito è vendere prima di acquistare

17 Settembre 2020
- Di
Redazione NR
Tempo di lettura: 2 minuti

INTER INGAGGI DEFICIT - Dal patto di Villa Bellini, oltre alla conferma di Conte e al riallineamento delle strategie comuni, è emerso un altro punto fondamentale della gestione tecnico-societaria del club nerazzurro: la necessità di vendere prima di comprare. Fosse nopn altro per la contrazione dei ricavi dovuta alla conseguenze del Coronavirus e al realtivo annullamento di alcuni contratti in essere. Ma c'è dell'altro. Già perché col rientro di alcuni prestiti onerosi dal punto di vista del bilancio - Perisic, Nainggolan e Joao Mario su tutti, ndr - l'Inter ha visto accresciere il suo monte ingaggi totale - comprensivo dello staff tecncio - di ben 29 milioni. Il club nerazzurro paga emolumenti annui ai propri atleti per un totale di 197 milioni: ai quali si aggiungono i 23 milioni destinati allo staff tecnico. Il totale fa 220 milioni di euro. Ben 29 in più rispetto al dato fornito nel giugno scorso. Addiritturra, se consideriamo il valore dei soli giocatori, parliamo di 58 milioni in più in confronto a settembre 2019.

Inter, il peso degli ingaggi sul deficit di bilancio

Il bilancio della stagione appena conclua deve ancora essere chiuso, ma non è difficile fare delle previsioni. Il peso degli ingaggi non è trascurabile, certo, ma la contrazione dei ricavi dai mancati diritti TV , nonché la perdita di 45 milioni per contratti di sponsorizzazione firmati con società asiatiche, creeranno un disavanzo difficile da colmare in questa stagione. Gli introiti dallo stadio sono diventati un non-fattore, così come gli incassi al botteghino. Poi c'è il tema delle mancate tournée estive che hanno rappresentato, da quando la proprietà è Suning, un importante fonte di entrate immediato e futuro (crescita del brand in Asia). Insomma in questo scenario, non potendo intervenire direttamente sulle entrate derivanti da sponsorizzazioni e diritti TV, si cerca di risparmiare sugli ingaggi. La questione non è semplice, se mess ain relazione con la campagna acquisti. Se per comprare bisogna prima vendere, chi arriverà dovrà comunque essere pagato. Ecco che allora il risparmio potrebbe essere, sul bilancio generale, risibile. Ma intanto da qualche parte bisogna cominiciare. Le possibili cessioni di Candreva, molto vicino al Genoa, e i discorsi aperti su Skriniar vanno letti anche in questa direzione.

Seguici Su

Virgilio Degiovanni - From Hell to MetalandHomo Ethicus Oeconomicusil Salotto del CalcioVirgilio Degiovanni - From Hell to MetalandCorriere VinicoloProdotti GiuridiciAdvepa - 3D for Business
Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram