nerazzurrisiamonoi-inter-ludogorets
Nerazzurrisiamonoi
Tempo di lettura: 2 minuti

ESCLUSIVA PRESIDENTE LUDOGORETS MILANO – Kiril Domuschiev, Presidente del Ludogorets, team che recentemente ha affrontato l’Inter in Europa League, ha annunciato in queste ore la positività al COVID-19. Molti hanno pensato che abbia contratto il virus a Milano, ma questo è impossibile. Il numero uno dei bulgari non aveva infatti seguito la squadra nella trasferta meneghina.

Il messaggio di Domuschiev

nerazzurrisiamonoi-inter-ludogorets
Nerazzurrisiamonoi

Il Presidente del Ludogorets Kiril Domuschiev ha annunciato in queste ore, tramite social, la sua positività al coronavirus: “Cari amici, dopo un primo test negativo per il Covid-19 ho avvertito un successivo malessere e stavolta il test si è rivelato positivo. Seguendo tutti i requisiti imposti per la quarantena, sono isolato e attualmente sto guarendo. Grazie agli operatori sanitari che si stanno prendendo cura di me. Credo che guarirò presto. Attenzione, seguite tutte le regole, ma non temete: combatteremo anche questo virus”. 

Tanti i messaggi di supporto

nerazzurrisiamonoi-pranzo-ludogorets-inter
Nerazzurrisiamonoi.it

Sono tanti i messaggi di supporto al Presidente del Ludogorets pubblicati su facebook: “Pronta guarigione, signor Domuschiev! Il fatto che lei abbia condiviso il suo stato di salute, è una cosa da persona degna”, scrive Anelia. “Torna presto”, la speranza di Ilia. “Rilassati, andrà tutto bene! Pensa positivo e tieni al sicuro i tuoi cari!”, il monito di Margherita.

Esclusiva – Il Presidente del Ludogorets contagiato, ma non a Milano

nerazzurrisiamonoi-inter-ludogorets
Ludogorets | Nerazzurrisiamonoi.it

In molti hanno pensato che Kiril Domuschiev, numero uno del Ludogorets, abbia contratto il COVID-19 in occasione della trasferta italiana del suo team. In realtà, secondo quanto appurato da NerazzurriSiamoNoi, da una fonte interna del club bulgaro, questo è impossibile. Il motivo è semplicissimo. Il Presidente del club di Razgrad non aveva proprio viaggiato con la squadra nella trasferta meneghina. Ma ero rimasto a casa, in Bulgaria.

Nessun giocatore contagiato dopo Milano

Nessun giocatore del Ludogorets, né tantomeno alcun membro dello staff, è stato contagiato a Milano. La conferma era arrivata direttamente dal club di Razgrad, con una nota ufficiale riportata sul proprio sito. “Il PFC Ludogorets segnala che il secondo test per il coronavirus di tutta la delegazione del club ha viaggiato a Milano per la partita con l’Inter è negativo. Negli ultimi giorni, la squadra è stata ospitata all’accademia militare nazionale, dove ha aspettato un periodo necessario per un secondo test per dare una garanzia del 100 % che nessuno è stato contagiato da coronavirus”. In Bulgaria, ad oggi sono 81 le persone contagiate dal coronavirus, con due decessi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.