nerazzurrisiamonoi-appiano-gentile-suning-training-center...
|NerazzurriSiamoNoi.it
Tempo di lettura: 2 minuti

CINA SUNING INTER JIANGSU – Stefano Sensi si è allenato quest’oggi col gruppo nerazzurro. Il centrocampista nerazzurro punta il Parma. Intanto arrivano rassicurazioni dalla Cina sul fronte societario.

Sensi in gruppo, tutti a disposizione di Conte

nerazzurrisiamonoi-allenamento-gruppo-inter-sensi-de-vrij-radu-eriksen...
|NerazzurriSiamoNoi.it

Ottime notizie per Antonio Conte. Quest’oggi infatti tutti i giocatori della rosa nerazzurra hanno preso parte all’allenamento mattutino. C’era quindi anche Stefano Sensi, che dopo aver lavorato a parte nella scorsa settimana, punta ad essere convocato giovedì nella gara contro il Parma.

Dalla Cina: “Suning non tratterà l’Inter come lo Jiangsu”

nerazzurrisiamonoi-appiano-gentile-suning-training-center...
|NerazzurriSiamoNoi.it

L’argomento è delicato. La pandemia in atto ha cambiato i piani mondiali. E non è un caso che settimana scorsa Zhang Jindong avesse parlato di chiudere le “attività irrilevanti” per concentrarsi “sul commercio al dettaglio senza alcuna esitazione”. Detto fatto. Ieri, dopo 108 giorni dalla vittoria del titolo nazionale, sono state “sospese con effetto immediato le attività dello Jiangsu, la (ex) squadra del gruppo Suning con sede a Nanchino. Ovviamente tale notizia non ha lasciato indifferenti di certo i tifosi nerazzurri, che si sono domandati se questa ipotesi possa essere vissuta pure dalla società meneghina. Ebbene, secondo quanto constatato da NerazzurriSiamoNoi direttamente da fonti cinesi, le due realtà non sono collimabili. Non ovviamente per una questione di cuore, ma semplicemente di business. Spieghiamoci meglio. Il campionato di calcio in Cina non ha avuto l’impatto previsto. E di fatto protrarre certi ingenti investimenti sui club nazionali, non valeva la candela. C’erano pochissimi margini di guadagno. Anzi, in realtà, anche a causa delle problematiche derivanti dal coronavirus, le perdite erano continue e sarebbero state costanti. E in quest’ottica deve essere quindi inquadrato e valutato lo Jiangsu: una squadra forte in campo, ma anche uno di quei “rami secchi” di cui parlava Zhang Jindong. Discorso completamente diverso per l’Inter. Col club italiano che viene visto come un asset con potenzialità di investimento su scala mondiale. Non è un caso che Suning voglia tenere la maggioranza della società. E che comunque abbia già ricevuto in tal senso una proposta di acquisto. Ecco quindi spiegato il motivo per cui, almeno sulla carta, i contesti dei due club – e di conseguenza il destino – sono totalmente differenti. E quindi del perchè “Suning non tratterà l’Inter come lo Jiangsu”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.