Caso Tonali, Cellino insiste: "L'Inter ha sbagliato modo di agire"

6 Settembre 2020
- Di
Redazione NR
nerazzurrisiamonoi-inter-cellino-massimo-presidente-brescia
Tempo di lettura: < 1 minuto

CELLINO TONALI INTER CALCIOMERCATO - Continua a far discutere, forse perché tarda ad arrivare l'ufficialità per meri impedimenti burocratici temporanei, ndr - il caso Tonali. Il giocatore, seguito per mesi dall'Inter, è stato poi acquistato dal Milan. Al netto di una ormai condivisa convinzione che sia stata la stessa società nerazzurra, per modifiche sulle strategie di mercato, a rinunciare al giocatore, Cellino, il Presidente del Brescia, continua a stuzzicare la dirigenza nerazzurra. Dopo le parole dei giorni scorsi (leggi l'articolo completo qui), ecco altre dichiarazioni. Rilasciate in un'intervista a Il Messaggero.

Cellino sull'affare Tonali

"Non mi era mai successo di scoprire un calciatore così forte. Avrei voluto trattenerlo, ma purtroppo il sogno si è infranto con la retrocessione e l’incertezza trasmessa dalla pandemia. Dovevo affrontare la programmazione del Brescia senza rifinanziare la società: rivesto la carica di presidente per professione, mentre altri miei colleghi milionari lo fanno per hobby".

Cellino bacchetta ancora l'Inter

"L'Inter ha sbagliato il modo di agire. Marotta lo voleva e Conte lo adora. I club che si affacciavano venivano respinti proprio perché c’era la società nerazzurra. Ma anche il ragazzo voleva conoscere il proprio futuro".

Sulla fede calcistica di Tonali

"Sandro tifa Milan da quando è bambino. L’operazione con loro mi ha fatto quindi doppiamente piacere: ho anche rispettato una società che ha dato valore ai soldi. Maldini ha DNA da Milan e ha tutti presupposti per diventare un grande dirigente".

Seguici Su

Virgilio Degiovanni - From Hell to MetalandHomo Ethicus Oeconomicusil Salotto del CalcioVirgilio Degiovanni - From Hell to MetalandCorriere VinicoloProdotti GiuridiciAdvepa - 3D for Business

Interviste

Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram