nerazzurrisiamonoi-danilo-dambrosio-atalanta-inter...
LaPresse
Tempo di lettura: 4 minuti

ATALANTA INTER 0-2 – Un’Inter convincente e autoritaria si impone a Bergamo per 2-0 (di D’Ambrosio e Young le reti dei meneghini) e chiude il campionato al secondo posto, ad un solo punto di distanza dalla Juve Campione d’Italia.

Atalanta-Inter: 0-1, un minuto e D’Ambrosio sblocca il match

nerazzurrisiamonoi-danilo-dambrosio-atalanta-inter...
LaPresse

Dopo soli 23 secondi l’Inter sfiora il vantaggio. Lautaro Martinez va via in fascia e cerca Lukaku. Il belga, con un velo involontario favorisce l’inserimento di Barella: Castagne salva in corner. Sull’angolo Gollini va a farfalle e si scontra con un compagno e D’Ambrosio di testa appoggia nella porta sguarnita. Meneghini subito in vantaggio. Il portiere della Dea si fa male e chiede il cambio: al suo posto Sportiello.

Handanovic anticipa Zapata, D’Ambrosio chiede il rigore

All’undicesimo l’Atalanta trova la prima azione di una certa rilevanza. Castagne va via sulla sinistra e cerca in mezzo Zapata. Handanovic esce in presa bassa e subisce pure fallo. Tre minuti più tardi Gosens spinge in area atalantina D’Ambrosio in proiezione offensiva, ma Giacomelli intima al 33 meneghino di rialzarsi.

Atalanta-Inter: 0-2, Young a giro, raddoppio meneghino

nerazzurrisiamonoi-ashley-young-atalanta-inter-esultanza...
LaPresse

Al ventesimo minuto l’Inter trova il meritato raddoppio. Young sulla sinistra punta Castagne e si accentra. L’ex United alza la testa e lascia partire un tiro a giro perfetto su cui Sportiello non può nulla. Applausi per l’inglese e 2-0 per il Biscione grazie al quarto gol dall’esperta ala.

Bella giocata di Pasalic, Young salva con la schiena

nerazzurrisiamonoi-danilo-dambrosio-ashley-young-atalanta-inter-esultanza...
LaPresse

L’Atalanta al 28 esimo cerca timidamente di rientrare in partita. Zapata cerca Gomez a centro area, ma Godin interviene in scivolata e sventa il pericolo. Al 35 esimo Godin, in proiezione offensiva, cerca Lautaro, ma Toloi anticipa l’attaccante argentino. Trascorrono due minuti e l’ex Racing va via e calcia: Castagne, in scivolata laterale, ne stoppa la conclusione. Al 42 esimo il traversone di Gosens trova la giocata volante spettacolare di Pasalic: la conclusione del croato colpisce la schiena di Young e la palla termina in corner. Dopo 5 minuti di recupero – e una punizione all’ultimo secondo di Gomez sulla barriera – termina il primo tempo.

Lautaro murato, Handanovic sicuro su Gomez

Il secondo tempo si apre senza cambi. La prima azione della ripresa – al 47 esimo – è degli ospiti. Godin si propone in fascia e cerca rasoterra l’assist per Lautaro: l’argentino è murato dalla difesa della Dea. Al 54 esimo lampo di Gomez che calcia di sinistro da lontano: Handanovic sicuro. Al 59 esimo bello scambio Young-Lukaku-Young: Castagne si immola e salva i suoi. Sei minuti più tardi Gagliardini, servito da Lukaku, ci prova da lontano: palla non distante dal palo. Scatta il 71 esimo e Conte inserisce Sanchez per Lautaro. Cinque minuti più tardi D’Ambrosio recupera palla e favorisce Godin: l’uruguaiano in area di rigore può calciare o cercare qualche compagno in area: l’assist dell’ex Atletico non trova nè Sanchez, nè Lukaku.

Zapata murato, Sanchez segna ma in off-side

Si arriva all’80 esimo con Zapata che lotta in area, ma il tiro del colombiano è murato dalla difesa ospite. Pochi secondi più tardi Sanchez salta Sportiello e segna, ma la rete è in evidente fuorigioco. Dall’altra parte Muriel inventa per Gosens, il tedesco tocca di punta, ma la sua conclusione non centra lo specchio della porta. All’86 esimo Lukaku parte da dietro il centrocampo e riesce a liberarsi per il tiro: palla altissima. Due minuti più tardi Zapata in area calcia a botta sicura, ma Skriniar (entrato per Bastoni) devia in modo provvidenziale. Il 91 della Dea è protagonista pure all’89 esimo, ma il suo tiro finisce altissimo. Dopo 4 minuti di recupero si chiudono gara e campionato. L’Inter chiude a 82 punti, a – 1 dalla Juve Capolista.

Esordio per la nuova maglia da trasferta dell’Inter

Serie A, le formazioni ufficiali di Atalanta-Inter

ATALANTA (3-4-2-1): 95 Gollini; 2 Toloi, 3 Caldara, 19 Djimsiti; 21 Castagne, 15 De Roon, 11 Freuler, 8 Gosens; 10 Gomez, 88 Pasalic; 91 Zapata. Panchina: 31 Rossi, 57 Sportiello, 4 Sutalo, 5 Tameze, 7 Czyborra, 9 Muriel, 16 Guth, 18 Malinovskyi, 20 Da Riva, 22 Bellanova, 33 Hateboer, 90 Colley. Allenatore: Gasperini.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 2 Godin, 6 De Vrij, 95 Bastoni; 33 D’Ambrosio, 23 Barella, 77 Brozovic, 5 Gagliardini, 15 Young; 9 Lukaku, 10 Lautaro Martinez. In panchina: 27 Padelli, 46 Berni, 7 Sanchez, 11 Moses, 13 Ranocchia, 20 Borja Valero, 24 Eriksen, 30 Esposito, 32 Agoumé, 34 Biraghi, 37 Skriniar, 87 Candreva. Allenatore: Conte.

Arbitri e designazioni arbitrali di Atalanta Inter

Arbitro: Giacomelli. Assistenti: Peretti – Bindoni. Quarto uomo: Doveri. Var: Nasca. Assistente Var: Mondin.

Atalanta Inter, dove vederla in TV

La partita tra Atalanta Inter sarà trasmessa su DAZN. Il match sarà visibile per i suoi clienti anche sulle smart tv di ultima generazione compatibili con la app, e su tutti i televisori collegati a un dispositivo Amazon Fire TV Stick o Google Chromecast o ad una console PlayStation 4 o Xbox (Xbox One, Xbox One S, Xbox One X). La gara del Gewiss Stadium sarà inoltre visibile anche in diretta streaming su DAZN pure su dispositivi mobili quali smartphone e tablet e sul proprio pc o notebook, scaricando la app per sistemi iOS e Android, avviandola e selezionando la partita dal palinsensto, oppure collegandosi con il sito ufficiale della piattaforma.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.