ilsalottodelcalcio-inter-scudetto-2010-siena-festeggiamenti
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

ULTIMO SCUDETTO INTER 2010 – Era il 16 maggio 2010 quando l’Inter vinceva il suo ultimo scudetto. Unidici anni fa, la sfida finale si giocava contro la Roma, seconda a sole due lunghezze dai nerazzurri. La squadra, allora allenata da José Mourinho, scendeva in campo contro il Siena, già retrocesso, mentre per i giallorossi l’ultima speranza era al Bentegodi di Verona contro il Chievo.

Inter, undici anni fa l’ultimo scudetto: era il 16 maggio 2010

Al 57′ del match del Franchi, un gol di Diego Milito regala la vittoria all’Inter per 0-1 sul Siena. Tre punti fondamentali per staccare definitivamente la Roma, vittoriosa a Verona, ma dietro di un punto. Lo scudetto è nerazzurro, il diciottesimo della storia. La squadra di José Mourinho si impone in Italia e, in quella stagione, salirà sul tetto d’Europa. Sarà Triplete.

Il primo scudetto e la “Grande Inter” degli anni Sessanta

Il primo scudetto dell’Inter risale alla stagione 1909/10, quella successiva all’inizio del torneo calcistico in Italia. I nerazzurri, però, si conquistano l’appellativo di Grande Inter negli anni Sessanta. Alla guida del club c’era Angelo Moratti, in panchina Helenio Herrera. Il bilancio fu di tre scudetti (1962/1963, 1964/1965, e 1965/1966), due Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali.

Lo “scudetto dei record”

28 maggio 1989: una data che difficilmente può essere dimenticata. L’Inter guidata da Giovanni Trapattoni scendeva in campo contro il Napoli di Diego Armando Marandona. La vittoria sui partenopei grazie alle reti di Berti e Matthäus regalano ai nerazzurri il tredicesimo scudetto con quattro giornate di anticipo. All’ultima giornata il club lombardo comandava la classifica con 58 punti: un vero e proprio record all’epoca, visto che per ogni vittoria venivano riconosciuti solo due punti. Primo posto anche per Aldo Serena come capocannoniere della Serie A con 22 reti siglate.

E la doppietta di Ibrahimovic…

Stagione 2007/2008. Ancora una volta l’Inter era in lotta con la Roma, in un finale al cardiopalma. 82 punti per i nerazzurri, 81 per i giallorossi. La squadra, all’epoca allenata da Roberto Mancini, era impegnata allo Stadio Tardini di Parma, mentre al Massiminio di Catania giocava la Roma. Al termine del primo tempo i giallorossi erano in vantaggio e virtualmente campioni d’Italia, visto che i nerazzurri erano fermi sullo 0-0. Ma tutto cambierà nella ripresa, con l’ingresso in campo di Zlatan Ibrahimovic al 51′. Lo svedese, ispirato da Stankovic prima e Maicon poi, metterà a segno una doppietta micidiale che regalerà all’Inter il sedicesimo scudetto della storia.

A.B.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.