Simone Inzaghi-conferenza-stampa-san-siro
|Nerazzurrisiamonoi.it
Tempo di lettura: 3 minuti

INZAGHI SATRIANO TITOLARE – Dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali, l’Inter torna in campo per la sfida contro la Sampdoria. Inzaghi annuncia l’assenza di Bastoni e i pressoché certi recuperi di Sensi e Sanchez.

Inzaghi su Sampdoria-Inter

Simone Inzaghi
|Nerazzurrisiamonoi.it

“Sicuramente sappiamo che incontreremo una squadra importante, di qualità. Con un allenatore che conosco, che dà sempre una grande organizzazione alla sue squadre. Sarà una sfida difficile, cercheremo di fare una partita da vera Inter.”

Inzaghi su Lautaro

Lautaro-gol-argentina-venezuela...
LaPresse

“Domani per la formazione devo valutare, vedere oggi i 4 sudamericani. Sono arrivati nella notte tutti, tranne Vecino che è arrivato stamattina. Parlerò con loro, dovrò capire chi ha recuperato al meglio. Bastoni è tornato affaticato, non ci sarà per la partita di domani, speriamo di poterlo recuperare, lunedì farà degli esami. Ho tanta scelta in quel ruolo: Kolarov, D’Ambrosio e Dimarco, sceglierò per il meglio”.

Inzaghi su Sanchez

nerazzurrisiamonoi-alexis-sanchez-rete-appiano-2020...
|NerazzurriSiamoNoi.it

“Sarà una sfida affascinante, la vivrò insieme ai miei ragazzi nel migliore dei modi. Ora testa solo alla Sampdoria. Sanchez negli ultimi 3-4 giorni si è allenato col gruppo, è indietro di condizione, viene da un infortunio importante. Domani sarà convocato se andrà bene la rifinitura e poi vedremo il suo minutaggio”.

Inzaghi sul rigorista

Calhanoglu e Lautaro calciano molto bene, ne abbiamo più di uno. Si fermano anche a provarli. Domani contro la Samp è una partita che possiamo preparare in pochi giorni. Sappiamo che ci sono questi calendari, oggi parlerò con i ragazzi per mandare in campo la miglior formazione possibile”.

Inzaghi sul turnover

“Bisogna ragionare di volta in volta. Bastoni avrebbe giocato, l’Inter è la squadra con maggiore minutaggio tra le italiane. Ora siamo all’inizio, devo ragionare, guardare i recuperi ecc. La mia testa è solo alla Sampdoria e non al Real o alle partite successive”.

Inzaghi su Dumfries

“Denzel è un grandissimo giocatore, che viene da un altro campionato, sta imparando la lingua, ha giocato bene le due partite con la Nazionale. Diventerà un giocatore molto importante per l’Inter. Ora con 7 partite in 21 giorni ci sarà sicuramente spazio per lui”.

Inzaghi sul salto di qualità dei suoi

“Sicuramente il salto me lo aspetto nel poco tempo che abbiamo per recuperare. Con motivi alte la fatica si supera prima. Le prime due partite sono state ad agosto, faceva caldo, abbiamo avuto tempo per prepararlo, ora bisognerà essere bravi nei recuperi, le motivazioni faranno la differenza”.

Inzaghi: “Non dobbiamo pensare al Real”

Un errore che non dobbiamo commettere è di pensare al Real Madrid. La mia squadra non deve farlo. La Sampdoria è una squadra intensa, che farà di tutto per crearci dei problemi, dobbiamo essere focalizzati sui blucerchiati. Sensi quando è tornato dalla Nazionale ha svolto un lavoro leggero, poi ha lavorato con gli altri superando il problema, si sta mettendo al pari per essere convocato”.

Inzaghi su Sanchez

“Normale che non sia andato in Nazionale perché da quando ci siamo trovati dall’8 luglio è stato mercoledì, quando ci siamo ritrovati. Dall’8 agosto ha fatto qualche allineamento. L’augurio è che possa stare bene e aiutarci alla fine”.

Inzaghi sullo schema

“Io penso che in determinate partite sarà un’arma in più. Normale che abbiamo delle giocate derivanti dagli anni scorsi, all’occorrenza non vedo perché non potremmo inserire un Sanchez dietro le due punte”.

Inzaghi sui cori della Curva Nord

“Io penso già prima di Inter-Genoa, nel giorno della presentazione, i ragazzi della Curva mi hanno dato il benvenuto: è stato un altro bellissimo incontro. Per tutti gli allenatori deve parlare il campo. Mi ha fatto un enorme piacere, come l’accoglienza di Parma. I nostri tifosi hanno sempre accompagnato la squadra”.

Inzaghi su Satriano: “Può partire titolare”

“Abbiamo tenuto Satriano perché è uno che può stare nel gruppo, con una forza incredibile, gli altri 4 attaccanti hanno una storia diversa, ma lui deve continuare a lavorare. Ora ci sono tante partite e deciderò se e quando utilizzarlo”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.