Moratti contro il cambio di nome e logo: "Non c'è bisogno". E svela un retroscena del passato

19 Gennaio 2021
- Di
Arianna Botticelli
Categorie:
nerazzurrisiamonoi-inter-moratti-massimo-inter-intervista
Tempo di lettura: < 1 minuto

INTER MORATTI - La notizia è arrivata ieri: a breve l'Fc Internazionale di Milano cambierà nome e logo. Il nuovo nome sarà Inter Milan, mentre il nuovo stemma vedrà delle linee più stilizzate sulla falsa riga di quanto fatto dalla Juventus. A parlare di questi cambiamenti, in una intervista a Tuttosport, è stato lo storico ex presidente nerazzurro Massimo Moratti.

Inter, Moratti sul cambio di nome e logo

"Una volta, i primi anni in cui ero presidente, eravamo in Austria per una partita di Coppa e c’era scritto sul tabellone “Inter Milan”. Ricordo che parlai con i dirigenti della squadra avversaria chiedendo loro di togliere Milan e loro lo tolsero. Questo perché l’Inter è conosciuta perché è l’Inter, non c’è bisogno di una aggiunta di quel tipo".

Sulla vittoria contro la Juventus

"Sinceramente è una bella sensazione perché questa vittoria dà l’idea che la squadra c’è e che si possa puntare a qualcosa di importante quest’anno. La Juventus era senza dubbio l’avversario che faceva più paura, questo comunque senza sottovalutare il Milan, perché, specialmente dopo la vittoria a San Siro proprio contro la squadra di Pioli, dava l’impressione che si fosse ripresa. In più, quando leggi la loro formazione, vedi che hanno sempre un sacco di bei nomi in squadra. Per questo, centrare una vittoria così netta, è assolutamente importante".

Seguici Su

Virgilio Degiovanni - From Hell to MetalandHomo Ethicus Oeconomicusil Salotto del CalcioVirgilio Degiovanni - From Hell to MetalandCorriere VinicoloProdotti GiuridiciAdvepa - 3D for Business

Interviste

Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram