Marotta: "Antonio Conte uno dei migliori allenatori del mondo"

27 Novembre 2020
- Di
Redazione NR
Categorie:
nerazzurrisiamonoi-giuseppe-marotta-inter-real-madrid...
Tempo di lettura: 2 minuti

MAROTTA - Parole importanti quelle pronunciate a margine dell'assemblea degli azionisti da parte dell'amministratore delegato Area Sport, Giuseppe Marotta. La vittoria in rimonta con il Torino ma soprattutto la sconfitta con il Real Madrid hanno rimesso in discussione la posizione di Conte, premiato anche con il Tapiro d'Oro. Per Marotta però Conte rimane solidamente al suo posto.

Le parole di Marotta

"Quella che si è conclusa lo scorso 21 agosto è stata indubbiamente la stagione più difficile del mondo dello sport. Solamente le due guerre mondiali avevano avuto effetti così sconvolgenti. Ma la Serie A sospesa per decreto del Governo è un evento unico nella storia del nostro calcio, che non ha precedenti. La stagione 2019/20 per l’Inter ha sancito il principio di un nuovo cammino. Fin dall’inizio l’obiettivo chiaro che ci eravamo prefissi era quello di consolidare il progetto sportivo che la proprietà aveva delineato con lungimiranza e competenza. Creare un modello su basi solide che ci dovrà consentire di tornare alla vittoria nel tempo attraverso un percorso di crescita continua e graduale. Abbiamo affidato la guida tecnica ad Antonio Conte, uno dei migliori allenatori del mondo, che ha da subito plasmato il gruppo nella mentalità, nel senso di appartenenza e garantito qualità di prestazioni e continuità di risultato. Il campionato si è dovuto drammaticamente arrestare per oltre tre mesi. Il lockdown ha rappresentato una difficoltà immensa per i club, ancora di più per il nostro, impegnato in un percorso di costruzione e di crescita che si è interrotto".

L'Inter di Conte

"Con coraggio, abnegazione e spirito di sacrificio abbiamo ripreso il nostro percorso che si è concluso con la conquista del secondo posto in campionato con 82 punti in classifica, mai così tanti dal 2009/10, anno del triplete, con la miglior difesa del campionato e il secondo miglior attacco. Anche se il nostro percorso in Europa è stato avvincente, abbiamo regalato a tutti i tifosi interisti un mese di agosto di grande emozioni, riportando l’Inter a disputare una finale di Coppa europea dopo dieci anni. Stiamo creando un progetto a lungo termine intorno ad Antonio Conte, con cui abbiamo visto i risultati sportivi e valoriali. Abbiamo valorizzato i nostri giovani talenti, penso a Lautaro Martinez, Barella, Bastoni, questi ultimi patrimoni del club e della nostra Nazionale. L’Inter in questo modo è diventata ancora più appetibile per calciatori di livello internazionale. Una gestione finanziaria attenta e oculata è stata alla base della politica di rafforzamento della squadra per le competizioni della stagione in essere. Conseguenza anche del contesto economico generale di contrazione e di una sessione di mercato anomala per collocazione temporale e di durata. Allo stesso modo hanno operato la maggioranza delle big europee", ha concluso Marotta.

Seguici Su

Virgilio Degiovanni - From Hell to MetalandHomo Ethicus Oeconomicusil Salotto del CalcioVirgilio Degiovanni - From Hell to MetalandCorriere VinicoloProdotti GiuridiciAdvepa - 3D for Business
Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram