nerazzurrisiamonoi-inter-martinez-lautaro-genoa-inter
LaPresse
Tempo di lettura: < 1 minuto

LAUTARO MARTINEZ – Il pareggio con il Parma ha aperto un vero e proprio caso, quello legato a Lautaro Martinez. Non si tratta una volta tanto del suo futuro (anche se ovviamente le voci di mercato non aiutano il giocatore a rimanere concentrato) ma di problemi in campo, evidenziati più in generale nelle ultime partite.

Lautaro Martinez e Romelu Lukaku

La coppia in avanti ha sempre funzionato dall’anno scorso ma col passare del tempo si è sbilanciata in favore del belga, che in questo inizio di stagione ha spesso colmato le lacune del partner d’attacco. Con il gigante ex Manchester United fuori sono però riemersi i problemi. Il Toro da prima punta non ha convinto e ha allungato il suo periodo di astinenza da gol, come evidenziato dalla Gazzetta dello Sport. Non segna dal 4 ottobre, cinque partite e mezza, per un totale di 418 minuti.

La furia di Conte

Non sarebbe questo però tanto a preoccupare Conte. Un periodo di astinenza sotto porta può capitare e capita a tutti. Il problema per il tecnico nerazzurro sarebbe l’atteggiamento del Toro, come svelato da Sandro Piccinini a Sky Sport. “Conte dopo la partita si è arrabbiato molto con Lautaro per il gol subito, dove non è andato a riprendersela. Conte ha parlato degli errori in fase realizzativa, ma l’argentino non fa nulla per andarsi a riprendere la palla, è un atteggiamento che ha fatto arrabbiare l’allenatore e capisco il motivo”. Contro il Real Madrid Lautaro sarà chiamato al riscatto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.