Italia, Gnonto: "All'Inter ero a casa mia, ma dovevo prendere dei rischi..."

5 Giugno 2022
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

GNONTO ITALIA GERMANIA INTERVISTA - Queste le parole di Wilfried Gnonto, all'esordio con l'Italia di Roberto Mancini nel match di Nations League contro la Germania, intervistato dalla Rai al termine del match, finito 1-1.

Italia, l'intervista a Gnonto dopo Italia Germania 1-1

"E' stata una settimana un po' emozionante. Penso di aver sfruttato l'opportunità che mi ha dato Roberto Mancini con lo stage e ora mi trovo qua, per me esserci è un privilegio e voglio godermi il momento dando il meglio. Mi chiamavano il latinista del gol? Sì, a me il latino piaceva. Ho fatto 2-3 anni di classico, penso sia una cosa importante. Il mio modello è Raheem Sterling, un giocatore di livello mondiale. E' molto duttile e determinante nelle sue giocate. E' quello che provo a fare io. Cerco di giocare in tutte le posizione d'attacco".

Sull'assist per Pellegrini

Sapevo che Thilo Kehrer era ammonito, quindi quando ho preso palla non ho pensato ad altro che ad attaccare. Sono andato nell'uno-contro-uno, poi la palla era di quelle difficili per un portiere".

Sulla scelta di lasciare l'Inter per lo Zurigo

"A quest'età bisogna giocare. All'Inter ero come a casa mia, conoscevo tutti. Ma a un certo punto bisogna prendere rischi e decisioni difficili. Per fortuna i miei genitori e i miei agenti mi hanno aiutato rendendomi tutto più facile". 

Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
Privacy Policy-
Cookie Policy
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram