Inzaghi: "Non abbiamo paura del City, in finale con merito"

5 Giugno 2023
- di
Simone Togna
Condividi:
nerazzurrisiamono-simone-inzaghi-conferenza-pre-benfica.
Tempo di lettura: 4 minuti

INZAGHI NON ABBIAMO PAURA CITY - Il mister piacentino durante la conferenza del Media Day: "Loro sono i migliori, ma ce la giocheremo".

Inzaghi: "Un grande percorso nerazzurro"

"Un viaggio lungo, che è cominciato quest'estate con i sorteggi. Non era stato un giorno fortunato dato che avevamo Bayern e Barcellona nel girone. Con la squadra ne avevamo parlato subito, sapevamo di fare un bel percorso. Con la finale è un grande viaggio, tutto è partito lo scorso anno. Nella mia mente le partite disputato con Real e Liverpool sono rimaste impresse nei nostri pensieri".

Inzaghi ricorda il Derby di Champions

"Ieri è il giorno in cui ci ho pensato di più, ieri abbiamo lavorato tanto sul City. Il derby col Milan non era un Derby, ma il Derby, valeva una stagione, una finale di Champions. Sto cominciando ora a pensare al City e alla partita di sabato".

Inzaghi: "Loro i più forti del mondo"

"Non sono bravissimo sulle percentuali. Il City è la squadra più forte del mondo, che ha vinto 5 Premier e che arriva sempre in fondo alle competizioni. Dovremo giocare da squadra, sappiamo di avere di fronte i migliori, con Guardiola che nel calcio moderno ha segnato un'epoca, sarà una partita importantissima".

Inzaghi e gli sforzi dell'Inter

"Sarà la partita più importante della mia carriera. Come per i giocatori, una gara che ci ripaga degli sforzi fatti durante l'anno, per un percorso pieno di insidie. Da quando ho recuperato i calciatori abbiamo fatto rotazioni e ottenuto grandi risultati".

Inzaghi e l'aneddoto di Guardiola

"Tutte e due le squadre avranno i giocatori migliori che dovranno fare la differenza, Lautaro è uno di quelli per noi. Con Guardiola c'è un aneddoto interessante. In viaggio di nozze, alle 9 del mattino, c'era Guardiola a fare colazione".

Inzaghi: "Con merito a Istanbul"

"Real e City hanno dominato in Europa, abbiamo tantissimo rispetto per entrambe le squadre. Il Manchester ha vinto due titoli, ma pure l'Inter ha vinto due titoli. Meritiamo Istanbul".

Inzaghi: "Sapevo sarebbero arrivati in finale"

"C'è ammirazione per Guardiola e per il City. Sentivo che sarebbero arrivati in finali, l'andata era stata equilibrata, quest'anno mi sentivo che ce l'avrebbero fatta".

Inzaghi: "Non ho deciso la formazione"

"Non ho deciso Dzeko/Lukaku, nè in difesa, nè a centrocampo. Ora ho la possibilità di scegliere, succede da due mesi e per un allenatore è la cosa migliore. Ho potuto alternare giocatori, nei primi cinque mesi non si poteva fare. I giocatori importanti come Lukaku, Brozovic, Skriniar e Correa non si regalano. Mancano ancora quattro allenamenti, posso avere delle idee, ma poi le cambi, vedi Torino. Fino all'ultimo mi porterà dubbi e scelta".

Inzaghi sui tifosi turchi

"Troveremo uno stadio con tanta gente, ci saranno i tifosi del City e dell'Inter. Quelli turchi saranno divisi tra Calhanoglu e Gundogan. Faremo la rifinitura sul campo, sarà una grande partita".

Inzaghi: "City fortissimo"

"Più vedi il City più capisci perchè ottengano grandi risultati. Sono fisici, tecnici, hanno pochissimi punti deboli. L'Inter dovrà essere brava a togliere un po' di possesso, coprendo bene ogni centimetro del campo, sono fortissimi".

Inzaghi: "In finale con merito"

Simone Inzaghi in primo piano
LaPresse

"Ora è difficile prevedere cosa accadrà, sarà una partita importante per tutte e due le squadre. Loro inseguono da tanti anni la Champions, noi ci siamo guadagnati la finale con merito, adesso ci siamo, cercheremo di fare una grande partita".

Inzaghi e le partite da ultima spiaggia

"Le qualità dell'Inter? Quando abbiamo avuto partita importanti, anche se in difetto di qualche uomo, i ragazzi hanno tirato fuori delle risorse che pensavamo di non avere. Abbiamo disputato tante partite presentate come ultima spiaggia, anche se sapevamo che non fosse così, ma fossero gare da giocare da grande Inter".

Inzaghi sull'approccio

"L'approccio alla partita sarà fondamentale. Un aspetto importantissimo, dovremo essere bravi. Il City parte sempre molto forte, dovremo essere concentrati".

Inzaghi: "Non abbiamo paura"

"Di cosa ho paura? Nulla, parliamo di una partita di calcio. Guardiola è il più forte allenatore del mondo, ha segnato un'era. Abbiamo grande rispetto e siamo orgogliosi di giocarci questa finale, l'abbiamo voluta con tutte le nostre forze. Sarà l'ultima gara di 57 partite dell'annata. Qualche sconfitta forse ci ha permesso di arrivare ad Istanbul".

Inzaghi sullo United

"Potrei dirti che l'Inter gioca in un altro modo rispetto allo United, che è una delle squadre più forti d'Europa. Ogni squadra ha una sua strategia".

Inzaghi e la motivazione

"La motivazione nel calcio è importantissima. Alleno dei ragazzi straordinari, la motivazione è il succo del calcio".

Inzaghi Re di Coppa

"Mi fa piacere la nomea di allenatore bravo in Coppa. Ho avuto la fortuna di allenare grandi squadre. Con City servirà attaccare e difendere nel migliore dei modi".

Inzaghi: "Sogniamo l'impresa come nel 2010"

"Nel 2010 non c'ero, l'Inter centrò un'impresa, noi proveremo a farla nel 2023".

Inzaghi: "City favorito"

"Dalle semifinali si dice che il City sia la favorita, lo sanno tutti. Ma il calcio è bello perchè non sempre vince chi è favorito. Ci sono gli episodi, i momenti della partita, dovremo indirizzarli nel modo giusto. Sarà una partita equilibrata, sarà l'episodio a fare la differenza".

Inzaghi: "Soffriremo tutti insieme"

"La partita sarà fatta di momenti, dovremo essere bravi a togliere il possesso al City, bravi a gestire la palla nonostante la loro pressione. Dovremo soffrire insieme".

Seguici Su

Logo facebookLogo InstagramLogo X Twitter
Banner Castelfalfi | visita Le Ville
Immagine del banner Fashion Design Mateverse Show di Swiss-ITMImmagine del banner per il corso di Fashion Designer di Swiss ITMMr. Sgravo - discord Specialist by SgravotechAdvepa - 3D for Business
Logo facebookLogo InstagramLogo X Twitter
Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
chevron-down