Rita-Guarino-Inter-Women...
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

INTERVISTA RITA GUARINO – Questa sera inizierà il campionato anche per l’Inter Women che sarà impegnata contro il Napoli Femminile. Rita Guarino in occasione del debutto sulla panchina nerazzurra è intervenuta ai microfoni di SportWeek.

La Guarino sulla squadra che ha trovato a Milano

“Giovane, che ha voglia di crescere, di misurarsi con se stessa”

Il progetto nerazzurro

“In costruzione, in cui ci sono la volontà e il piacere di voler fare questo percorso insieme. Ho trovato anche uno staff giovane ma già competente: è un grande aiuto per creare un ambiente stimolante per tutti”.

Le aspettative sul campionato

“Incerto, perché le squadre hanno cambiato molto, e di livello più alto. Ci sono novità come Lazio e Pomigliano che poco si conoscono e nuove giocatrici dall’estero ancora da scoprire, quindi all’inizio ci sarà una fase di grande studio”.

Senza la Guarino, Juventus meno favorita?

“No, perché ha vinto e ha cambiato poco, dando continuità a un progetto che garantisce solidità e organizzazione. Dopo di che ce ne sono altre che possono puntare al predominio, due su tutte: Milan e Roma, che hanno fatto già bene l’anno scorso. Poi il Sassuolo che si può avvicinare, quindi tanti altri club come noi che potranno dare fastidio.

Inter in prima fascia?

“Potrebbe essere una sorpresa, ma potrebbe esserlo anche per noi: siamo ancora in una fase di conoscenza reciproca, non sappiamo al momento quale potrà essere il nostro valore”.

Le sorprese di Milano

“Più che sorprese ho avuto conferme, come quella di voler crescere e aggiungere un mattone dopo l’altro in un percorso di avvicinamento ai club che finora hanno occupato i primi posti della classifica. Ho visto che la società è molto vicina a questo progetto, con il nostro direttore Marotta in prima linea”.

L’Inter maschile ha perso pezzi importanti, gli acquisti della femminile hanno fatto sognare

“Non voglio parlare degli uomini, dico solo che per quanto riguarda noi sono felice, sia come appassionata di calcio femminile sia come allenatrice dell’Inter: è importante per la crescita del movimento che i club ci credano fortemente e abbiano progetti lungimiranti per uno sport che ormai nel mondo è affermato e in cui l’Italia sta dimostrando di essere sempre più competitiva”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui