Lukaku a cuore aperto: "Conte è un padre e un mentore per me. Dopo l'EL non ho parlare per quattro giorni"

24 Settembre 2020
- Di
Arianna Botticelli
Categorie:
nerazzurrisiamonoi-romelu-lukaku-inter-siviglia...
Tempo di lettura: 3 minuti

INTER INTERVISTA LUKAKU - Romelu Lukaku si appresta a cominciare un'altra stagione da protagonista in nerazzurro. Alla sua prima stagione con la maglia dell'Inter, il belga è andato ben oltre le aspettative sfondando il muro dei 30 gol stagionali. Big Rom, in una intervista a La Gazzetta dello Sport, si è raccontato a cuore aperto; parlando della sua infanzia difficile arrivando fino allo stretto rapporto con Antonio Conte.

Inter, l'intervista a Romelu Lukaku

"Il primo pallone della mia vita? Avevo un anno e mezzo. Eravamo a casa a Liegi, in Belgio, e da quel giorno non mi sono mai più separato dal pallone. Così è iniziato il mio amore per il calcio. Papà mi portava, ogni volta che poteva, ai suoi allenamenti. Lui è partito dallo Zaire per giocare a calcio in Belgio, è arrivato nel 1990 e ha militato dieci anni nella loro Serie A".

Infanzia difficile

"Mio papà non ha avuto fortuna con i soldi. Quando ha smesso la carriera non ha comprato una casa, non ha risparmiato. Quando lui ha finito di giocare io ho capito velocemente che noi avremmo avuto serie difficoltà economiche. Ho deciso subito di fare il calciatore. Volevo migliorare la situazione della mia famiglia. Un giorno, prima di andare a scuola, vidi mia madre fare un gesto che non ho più dimenticato. Prendeva il latte rimasto del giorno prima, aggiungeva l’acqua e poi lo riscaldava per darlo a noi bambini. Era la colazione che dovevo fare con mio fratello. Ero piccolo, andavo in prima elementare. Aver sofferto, avere visto i sacrifici dei miei genitori mi ha dato tanta forza, sempre. Niente è arrivato facilmente per me. Non ho avuto regali, ho conquistato ogni cosa".

Sul rapporto con Conte

"Per me è un mentore, un padre, una persona che mi capisce veramente bene. E anche io lo capisco e gli sono grato della stima che ha sempre avuto per me. La prima volta che lui mi ha chiamato, sei anni fa, già voleva che fossi acquistato. Per me giocare per lui è veramente la realizzazione di un sogno. Vedi le sue squadre e capisci che puoi, come singolo e come collettivo, imparare tanto e migliorare tanto. Sento di essere cresciuto molto nella stagione scorsa, merito del mister e del suo staff. Ma dobbiamo pensare sia solo l’inizio. Dobbiamo migliorare ancora e Conte è l’allenatore giusto per farlo".

nerazzurrisiamonoi-lukaku-conte-lautaro-genoa-inter...
LaPresse

Sulla sconfitta in Europa League

"È stato un momento molto difficile per me. Non ho parlato nei quattro giorni successivi alla partita. Però un giorno mi sono svegliato e mi sono dato una ragione. Nella stagione passata non abbiamo vinto il campionato per un punto, abbiamo perso la semifinale della Coppa Italia perché non abbiamo fatto un gol e poi la finale 3 a 2, in quel modo. Sono cose che succedono. Solo soffrendo si migliora. La vittoria è fatica, è carattere, è analisi dei propri limiti. Ma è combattività, è voglia di riscatto e di successo. Si può perdere, ma solo per imparare a vincere".

Amore per l'Italia

"È il miglior Paese in cui sia mai stato. Amo stare in Italia. Mi piacciono l’amore della gente, il rispetto. Io sono una persona che rispetta gli altri e quando incontro la gente mi piace parlare e stare con loro. Gli italiani mi hanno accolto molto bene e io sono grato a tutti. Anche il calcio italiano è un calcio che va bene per me, mi ha fatto migliorare in tutto. Ho voglia di crescere e voglio fare ancora di più per la squadra, per il mister, per la società e soprattutto per i tifosi".

Seguici Su

Virgilio Degiovanni - From Hell to MetalandHomo Ethicus Oeconomicusil Salotto del CalcioVirgilio Degiovanni - From Hell to MetalandCorriere VinicoloProdotti GiuridiciAdvepa - 3D for Business
Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram