Il doppio ex Stankovic: "Lazio-Inter sfida scudetto, non mi sorprende. Conte ha trasformato i nerazzurri"

14 Febbraio 2020
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: 2 minuti

INTER STANKOVIC LAZIO - Dejan Stankovic ha vissuto stagioni di successi sia con la maglia dell'Inter che con quella della Lazio. E ai microfoni di Sky Sport ha parlato proprio della sfida che vedrà opporsi le due squadra domenica sera: "Non mi sorprende che Lazio-Inter sia una sfida scudetto. Mettiamo da parte la Juventus che negli ultimi anni si è dimostrata la squadra da battere, ma prendere due allenatori che lavorano, e il loro lavoro si vede, è un esempio per tutti. Sono molto contento per Simone Inzaghi, è una grandissima sorpresa, se i biancocelesti riescono a restare freschi fino alla fine allora lotta per lo scudetto assieme all’Inter". 

Inter, Stankovic su Conte

"Conte ha trasformato l'Inter, ha portato tantissimi punti in più. È uno che non molla un centimetro, va avanti con le sue idee. Se ti va bene ok, altrimenti sei fuori. Sono allenatori che dedicano 24 ore ai minimi particolari. Servono tante cose per vincere lo scudetto, non solo giocare bene, ma anche intorno si deve completare il mosaico. Milinkovic ha trovato la stabilità e la continuità, lui in una squadra ancora più forte renderebbe ancora di più. Ora non so se in Italia ci sarà una squadra più forte, ma intendo nelle top 5".

Sulla Stella Rossa

"È un cerchio che si chiude e ricomincia. Non si può pianificare, bisogna vedere dove ti porta il tuo lavoro. Se sei capace e bravo e lavori tanto avrai le opportunità. Il tunnel è sotto la curva nord e quando metti la mano si sente tutto. È un luogo mitico, io ho bellissimi ricordi. In questo tunnel stretto si è vicini e qualche parola vola. La Stella Rossa è casa mia, sono partito qui 22 anni fa, Roma per la Lazio e poi l’Inter. Le opportunità capitano in un paio di giorni. L’allenatore Milojevic aveva dato tantissimo per questa squadra, ha fatto bene e il suo ciclo era finito. Io ho giocato a calcio, ho lavorato con grandissimi allenatori, qualcosa so, non faccio il professore, sono un lavoratore, mi piace stare in campo. In questo lavoro l’approccio è tutto".

Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
Privacy Policy-
Cookie Policy
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram