Marotta: "Abolizione del Decreto Crescita è un danno incredibile"

29 Dicembre 2023
- Di
Francesco Alessandro Balducci
Categorie:
nerazzurrisiamonoi-giuseppe-marotta-evento-biasin-conferenza
Tempo di lettura: < 1 minuto

GIUSEPPE MAROTTA DECRETO CRESCITA - Giuseppe Marotta, AD dell'Inter, analizza la situazione che scaturisce dall'abolizione del Decreto Crescita, ratificato quest'oggi. Il dirigente nerazzurro ha parlato ai microfoni di Sky Sport, esprimendosi in termini non propriamente positivi sulla scelta.

Le parole di Giuseppe Marotta

"Nel momento in cui il calcio italiano sta risalendo la china nel ranking, dove tre squadre l'anno scorso hanno disputato le finali europee, e che due club saranno al Mondiale per Club, l'abolizione del Decreto Crescita è un autogol per il mondo del calcio e per l'economia del Paese".

SEGUI NERAZZURRISIAMONOI.IT ANCHE SU FACEBOOK

Cosa vi permetteva di fare il Decreto Crescita?

"L'agevolazione fiscale rappresentava uno strumento per facilitare l'ingresso in Italia di giocatori di chiaro interesse, adesso è un handicap, e il danno prodotto sarà irrimediabile, anche per l'indotto che il calcio riesce a produrre".

Cosa fare adesso?

"Dovremo trovare accorgimenti, la competitività diminuirà e ne risentirà anche il campionato, comprese le piccole squadre".

SEGUI NERAZZURRISIAMONOI.IT ANCHE SU TWITTER

Cambiano le strategie?

"Sì, con questo strumento si aumentava il livello qualitativo, dovremo trovare dei rimedi".

Si potrà agevolare gli italiani?

Il prodotto italiano non era condizionato, anzi, avere giocatori di qualità permetteva ai giovani di crescere in un contesto di spessore. Il made in Italy non troverà nessun vantaggio".

Seguici Su

Advepa - 3D for BusinessMr. Sgravo - discord Specialist by Sgravotech
Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram