nerazzurrisiamonoi-isaak-donkor-inter...
LaPresse
Tempo di lettura: 2 minuti

DONKOR INTER CASA RIABBRACCEREMO – Isaak Donkor, colonna dell’Inter Primavera che conquistò la prima edizione della NextGen Series nel 2011-2012 e esordì poi in Prima squadra, in esclusiva per NerazzurriSiamoNoi.it, ricorda l’esperienza nerazzurra e parla anche del proprio futuro.

L’attualità allo Sturm Graz, contro Szoboszlai

View this post on Instagram

IN GOD WE TRUST #walkinfaithnotbysight

A post shared by 𝐼.𝐷 95🦁🇬🇭 (@isaacdonkor___) on

Isaak Donkor, roccioso difensore che con l’Inter Primavera si è distinto per forza e capacità, e che successivamente si è meritato il salto in prima squadra, oggi difende i colori dello Sturm Graz. E in un italiano praticamente perfetto, tra quel che è stato e quel che sarà, in esclusiva per NerazzurriSiamoNoi, si apre a 360°. “La mia carriera procede bene grazia a Dio. Dall’Italia sono passato in Romania, al CSU Craiova. Ora gioco in Austria: sono i passi che il Signore voleva che io facessi. Ho affrontato quel Szoboszlai di cui si parla tanto bene: è un gran giocatore, farà carriera“.

Donkor: “Inter significa casa”

nerazzurrisiamonoi-isaak-donkor-inter...
LaPresse

Il giovane ganese non ha dubbi: “Quando sento Inter la prima parola che mi viene in mente è Casa. Il motivo è semplice, lì sono cresciuto. Nella primavera nerazzurra erano tutti forti: ogni giocatore aveva qualcosa che gli altri non avessero. E mettendo tutto insieme formavamo una grande team. Per far parte poi della prima squadra, devi avere delle grandi doti. Questo fa capire come tutti fossero grandi giocatori”.

Donkor non ha dubbi: “Next come la Champions. Mancini e Stramaccioni fanatici del lavoro”

nerazzurrisiamonoi-isaak-donkor-inter-3...
LaPresse

Il potente difensore, oltre a rimarcare con giusto entusiasmo la vittoria della NextGen, ricorda con piacere e chiarezza le doti dei suoi mister ai tempi meneghini: “Se dovessimo vederla con gli occhi di un Under, vincere la Next Generation può essere paragonata alla Champions League. Di Mancini e Stramaccioni ricordo tante bellissime cose, sono due grandi e fanatici allenatori”.

Donkor ribadisce: “Inter casa, ci riabbracceremo presto”

nerazzurrisiamonoi-isaak-donkor-inter-2...
LaPresse

Il classe ’95 elogia poi alcuni compagni di squadra e specifica come un giorno alcuni di loro, lui compreso, possano tornare in nerazzurro per essere determinanti: “Ho giocato con tanti campioni. Radu, Mbaye, Duncan, Kouame e Pinamonti potrebbero certamente vestire di nuovo la casacca dei meneghini. Avrò poi sicuramente dimenticato qualcuno, perché eravamo in tanti. Se pure io potrei tornare? Le vie del Signore sono infinite, io credo in lui, non ha mai fallito. Se il suo progetto fosse quello di farmi tornare all’Inter, sarà così. E nessuno potrà fermarlo – specifica Donkor – Giocare per i nerazzurri ha significato tanto per me: è casa mia e come ho detto prima sono sicuro che ci riabbracceremo presto. Credo e ho fiducia nel Signore, che dirige i miei passi”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.