Coronavirus, i medici della Serie A: "I club non riprendano gli allenamenti"

14 Marzo 2020
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

SERIE A MEDICI CORONAVIRUS - Tutte le squadre di Serie A, in questa situazione di emergenza legata al diffondersi del Coronavirus, hanno stilato dei programmi di allenamento "casalingo" per i propri calciatori. Ci sono società, però, che hanno già programmato il rientro nei rispettivi centri sportivi per riprendere l'attività. A tale iniziativa, sono contrari i medici della Serie A e lo hanno fatto sapere attraverso un comunicato.

Coronavirus, i medici di Serie A: "Sconsigliamo la ripresa delle attività"

"In considerazione della grave evoluzione dell’infezione Covid 19 nel mondo, vista l’emergente diffusione dei contagi anche all’interno del calcio e del personale sanitario a esso dedicato e del progressivo aggravamento della situazione che sta coinvolgendo il Sistema sanitario nazionale, i medici della Serie A esprimono forte preoccupazione circa la tutela della salute dei propri tesserati qualora venissero ripresi a breve gli allenamenti e promosse altre attività di aggregazione. Pertanto, in modo unanime, i medici consigliano di non riprendere l’attività fino a netto miglioramento dell’emergenza Covid 19".

Nerazzurrisiamonoi.it - Testata giornalistica - Tribunale di Roma - Iscrizione n.81/2020
Privacy Policy-
Cookie Policy
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram