nerazzurrisiamonoi-bonavita-simone-inter
Getty Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

INTER BONAVITA TOTTI – Simone Bonavita, talento appena 16enne dell’Inter, è il primo calciatore a finire nella scuderia del neo procuratore di Francesco Totti. A parlare del giovane nerazzurro, è stato il papà Corrado in una intervista al Corriere della Sera.

Inter, le parole del papà di Bonavita

“Ha perso un fratello, Elio. Non esistono risarcimenti, mai ce ne saranno, ma nessuno ci ha regalato niente. Il pallone ha aiutato tanto Simone. È nato con la testa sulle spalle, e con una forza enorme, in quella testa. A volte non so come abbia superato quel periodo… L’Inter l’ha aiutato. Tatto, sensibilità. Cose che magari la gente penserà siano stupidate, tipo fargli indossare la fascia da capitano… Invece no. Totti? Simone ha qualità, non lo dico io. Gioca a centrocampo, se vogliamo trovare un paragone, somiglia a Tonali del Brescia. Un bel mediano, che non si limita a interrompere il gioco avversario. Cosa succederà in futuro? Non ne abbiamo idea. Ci è capitata questa sorpresa in pieno lockdown, chiusi in casa. Vedremo giorno dopo giorno. Simone continua a studiare, in un istituto tecnico. Ha il permesso di uscire dieci minuti prima per mangiare subito e partire per il campo di allenamento, all’Interello, a Bruzzano. Prende due pullman per Milano. Ogni giorno. La sera, dopo il lavoro, lo aspetto alla fermata del bus. E si torna a casa. Non siamo mai soltanto lui e io. Con noi, c’è Elio. E ci mettiamo a parlare di pallone”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments