L’Inter spinge per Casadei al Chelsea per trattare un altro giocatore

Tempo di lettura: < 1 minuto

CALCIOMERCATO INTER CASADEI LUKAKU - La prima giornata di Serie A è stata archiviata. L’Inter ha trovato la vittoria a Lecce, grazie alla rete del ritrovato Lukaku. In campo però altra ottima prestazione di Dumfries, tale da far affermare a Simone Inzaghi che per questa sessione di calciomercato non vorrebbe assolutamente la sua partenza.

L'idea di Marotta su Dumfries

Diversa invece l’opinione di Marotta che non potrebbe dire di no di fronte a un’offerta di almeno 50 milioni. Il Chelsea, unico club al momento interessato all’olandese, però, sembra però convogliare tutto il suo interesse verso Cesare Casadei

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Cesare Casadei (@_cesarecasadei_)

Calciomercato Inter, Casadei per Lukaku

A Milano sono tutti convinti che il Chelsea rilancerà per Casadei. La prima offerta da 10 milioni sarebbe infatti stata rifiutata dai nerazzurri che puntano a ottenere almeno 5 milioni in più. Secondo il The Guardian i Blues potrebbero arrivare nei prossimi giorni a offrire i 15 milioni di euro, complessivi di parte fissa e bonus, richiesti dall’Inter.

Sul trasferimento di Casadei al Chelsea

Il trasferimento di Casadei al Chelsea, oltre a quello economico, potrebbe portare un altro beneficio per il club meneghino. Secondo l’esperto di mercato, Alfredo Pedullà, infatti, questa operazione potrebbe permettere all’Inter di mettersi in una posizione di vantaggio rispetto ai ‘Blues’ nell’affare Lukaku. I nerazzurri potrebbero permettersi di spingere per trattenere a Milano il belga oltre la data di scadenza del prestito fissata per il 30 giugno 2023.

De Paola: “L’Inter ha trovato grandi fatiche”

Tempo di lettura: < 1 minuto

DE PAOLA INTER STAGIONE - Il giornalista ed ex direttore di quotidiani sportivi come La Gazzetta dello Sport e TuttoSport, Paolo De Paola è stato intervistato da TMW Radio. Nel suo intervento ha commentato l’avvio di stagione dell’Inter.  

L’intervista di De Paola sull’Inter

“L’Inter ha trovato grandi fatiche, se un avversario arretra come ha fatto il Lecce diventa più facile per l’Inter ma fino a quel momento non era riuscita a dominare la squadra di Inzaghi. Ci sono difficoltà tra centrocampo e attacco per i nerazzurri.

L’Inter ha l’incostanza e la superbia che la accomuna alla Juventus dello scorso anno. Sono squadre che hanno la capacità per andare in vantaggio, ma poi hanno una sbagliata gestione del gioco e hanno la supponenza di gestire il risultato, ma non ci riescono. Sono condannate a giocare alla stessa maniera, cosa che non è successa alla Roma, che va inserita nel pacchetto di testa.”

Pellegatti: “Non giudicherei la decisione di  Inzaghi una genialità”

Tempo di lettura: < 1 minuto

PELLEGATTI INTER INZAGHI MOURINHO - La stagione 2022/2023 di Serie A ha fatto il suo debutto. L’Inter ha vinto, ma faticando. Nonostante questo alcune scelte di Simone Inzaghi, nei salotti di calcio, sono state giudicate geniali e arrivate al momento giusto. C’è però chi non la pensa così. È il caso di Carlo Pellegatti, che ha voluto far notare un particolare durante il suo intervento a Pressing, trasmissione in onda su Italia Uno. 

Pellegatti sulla scelta di Simone Inzaghi già vista con Mourinho 

“Ricordo un Inter-Siena, con i nerazzurri sotto 3-2. Mourinho mise tutti gli attaccanti perché la voleva vincere. E lo fece. Inzaghi ha fatto lo stesso, ha messo tutti, quindi non è che giudicherei la sua decisione una genialità”.

Un obiettivo dell’Inter pronto a tutto per trasferirsi in nerazzurro

Tempo di lettura: < 1 minuto

AKANJI CALCIOMERCATO INTER - Il centrale classe 1995, Manuel Akanji, ha con il Borussia Dortmund un contratto con scadenza 2023. L'Inter sembrerebbe aver inserito il giocatore svizzero, di origini nigeriane, nella lista delle possibili scelte per il vice de Vrij

Calciomercato Inter: la questione Akanji

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport Manuel Akanji vorrebbe fortemente trasferirsi a Milano. Tanto che potrebbe aver deciso di accettare le condizioni del Borussia Dormtund che fino ad ora non è mai sceso sotto la richiesta iniziale di 20 milioni di euro. Più volte il club tedesco ha infatti offerto il rinnovo allo svizzero, che però ha sempre rifiutato. Per la ‘rosea’ invece Akanji adesso sarebbe disposto ad accettare un prolungamento del contratto della durata di un anno, così da potersi trasferire con la formula del prestito con diritto di riscatto all’Inter. Questa soluzione sembrerebbe incontrare il gradimento di tutte le parti, compresa quella del Borussia Dormtund, che avrebbe così tempo fino a giugno 2024 per trovare un club disposto a offrire tutta la cifra richiesta per la cessione a titolo definitivo.

Rummenigge: "Già l’anno scorso l’Inter aveva la squadra più forte"

Tempo di lettura: 2 minuti

RUMMENIGGE INTER INTERVISTA - L’ex attaccante nerazzurro Karl-Heinz Rummenigge, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport. Nel suo intervento ha fatto un confronto tra Serie A e Bundesliga, per poi soffermarsi sui vari big club italiani. 

Un confronto tra Bundesliga e Serie A

“Purtroppo per Serie A e Bundesliga, mi sembra quello inglese. Ogni anno è sempre combattuto, interessante e molto emozionante. Dobbiamo tentare sia in Italia sia in Germania di migliorare, di avvicinarci di più al modello inglese. Mi sembra che siano più professionali per quanto riguarda il calcio televisivo, ma non solo: incassano molto di più che noi o voi. Perché bisogna essere chiari: alla fine contano i soldi, con i soldi acquisti la qualità sul campo”.

L’intervista di Rummenigge sulle possibilità dell’Inter in campionato

“Il matrimonio tra Lukaku, Chelsea e forse anche l’allenatore non è stato felice. Ha fatto bene a tornare dove ha avuto grandi successi. Il mio amico Marotta poi ha fatto un grande affare, lo ha venduto un anno fa a prezzo eccezionale e lo ha ripreso per poco. Sulle favorite, la partenza sbagliata della Juve un anno fa aprì la porta alle milanesi, non per caso poi prima e seconda. Se la Juve parte bene potrebbe tornare quella che ha vinto tanti campionati di fila”.

La sorpresa dello scudetto al Milan

“Un po’, l’Inter poteva confermarsi, purtroppo ha perso punti preziosi in alcune settimane difficili e grazie a quello il Milan ha vinto. Già l’anno scorso l’Inter aveva la squadra più forte”.

L’importanza di Mourinho per la Serie A

“La Roma è rinata come società importante. Per parecchio tempo non ha vinto nulla, poi grazie a lui ci è riuscita, non la Champions ma la coppa meno importante, però ha vinto. Mourinho ha fatto bene nel passato, è un uomo di grande immagine, e mi pare anche per il futuro, visti gli acquisti importanti. A Roma sognano qualcosa in più, ma non credo che possano vincere il campionato, secondo me parte l’Inter come grande favorita”.

Il Chelsea rilancia un’offerta all’Inter, ma non per Dumfries

Tempo di lettura: 2 minuti

CASADEI CALCIOMERCATO INTER CHELSEA - Dopo il ritorno di Lukaku all’Inter, l’asse Chelsea - Milano non si è chiuso. I ‘Blues’ avrebbe infatti intenzione di svolgere un'operazione al contrario. Le alternative scelte dal club inglese sarebbero due: Denzel Dumfries e Cesare Casadei. Secondo il Corriere dello Sport però l’interessamento del Chelsea ora si concentrerebbe maggiormente su Casadei.  

Calciomercato Inter, il Chelsea prepara una nuova offerta per Casadei 

In via della Liberazione hanno già rifiutato un’offerta da 8 milioni avanzata dal Chelsea. L’Inter valuta il cartellino di Casadei 15 milioni. L’interesse del club inglese per il giovane sarebbe però tale da aver intenzione di preparare una nuova proposta che potrebbe prevedere le due cifre. Il Corriere dello Sport scrive infatti che starebbero lavorando per una proposta da circa 10 o addirittura 12 milioni. Questo potrebbe bruciare il Sassuolo che avrebbe espresso un interessamento per Casadei. All'Inter però l'idea dei neroverdi piace molto perché permetterebbe loro di inserire nel contratto l'opzione di recompra, per evitare di perdere un giovane talento molto promettente.

Il Chelsea potrebbe rimandare l’operazione Dumfries

Prima di Casadei, il Chelsea aveva messo gli occhi su Dumfries. L’affare sembrava quasi fatto anche se le richieste economiche dell’Inter sono difficili da raggiungere per i ‘Blues’. L’interesse del club inglese per l’olandese non sarebbe scemato, scrive il Corriere dello Sport, ma sarebbero cambiate alcune condizioni. In vista del Mondiale, Dumfries starebbe cercando maggiore continuità per dimostrare al tecnico degli orange di meritarsi un posto in Nazionale e per poter fare bene con la maglia della propria rappresentanza. L’Inter gli garantirebbe tutto questo. Lo stesso non sembra poterlo fare il Chelsea. Infatti César Azpilicueta ha rinnovato il proprio contratto per altre due stagioni e il suo ruolo di titolare non sembra essere messo in discussione. Sulla stessa fascia è presente anche Reece James, mentre altre zone del campo dei ‘Blues’ sono scoperte quindi il loro mercato potrebbe spostarsi su altri profili. L’operazione però potrebbe essere solo rimandata alla prossima estate. 

Sanchez: "Vicino all'addio? Non ancora. Voglio giocare e vincere, il leone è così"

Tempo di lettura: < 1 minuto

SANCHEZ CALCIOMERCATO INTER DICHIARAZIONI - Nella serata di ieri Sanchez ha cenato con il suo procuratore Felicevich per fare il punto della situazione sulle trattative con il Marsiglia e sulla buona uscita dall’Inter. Ci sarebbe un accordo con i nerazzurri per circa 8 milioni lordi, comprendenti anche gli stipendi arretrati. Anche con il club francese sarebbe stato raggiunto un accordo di massima per un biennale da circa 3 milioni a stagione. Il Corriere dello Sport però scrive che Sanchez non sarebbe ancora disposto ad apporre la propria firma su nessuno dei due accordi perché vorrebbe prendersi ancora qualche settimana per vedere se arrivano altre offerte interessanti, come potrebbe essere quella del Barcellona. L’animo di Sanchez però è un po’ inquieto e pieno di sassolini da togliersi. Lo dimostrano le parole rilasciate ieri sera ai giornalisti che lo hanno intercettato al termine della cena. 

Calciomercato Inter, le dichiarazioni di Sanchez

"Vicino all'addio? Non ancora. Voglio giocare e vincere, il leone è così. Un messaggio ai tifosi dell’Inter? È ancora presto. Deluso? MI aspettavo qualcosa di più? No, ma c'è sempre qualcosa di più. Sono felice così".

Calciomercato, tutte le alternative dell'Inter per sostituire Dumfries

Tempo di lettura: 2 minuti

CALCIOMERCATO INTER DUMFRIES - L’Inter deve ancora riuscire a piazzare almeno un’uscita eccellente dalla rosa. I nomi più caldi al momento sono Skriniar e Dumfries. Marotta però non ha nessuna fretta, infatti sa che può aspettare anche la prossima sessione di calciomercato per trovare i soldi necessari per rispettare i termini economici imposti da Zhang. Tanto che sarebbe stata imposta una deadline oltre la quale i nerazzurri non accetteranno più offerte e cominceranno a trattare il rinnovo dei due giocatori. A questa data però manca ancora un po’ di tempo e l’Inter non vuole farsi trovare impreparata di fronte a una inaspettata sorpresa. TuttoSport ha quindi cercato di stilare una lista dei possibili sostituti. 

Calciomercato, Marotta tiene aperto il canale Inter -Torino per il dopo Dumfries

Tra Skriniar e Dumfries quello che al momento sembra essere più in bilico è l’olandese. Il primo nome nella lista dei nerazzurri per sostituirlo sembra essere quello di Wilfried Singo. La sua posizione al Torino sarebbe molto simile a quella di Dumfries e Skriniar: parte solo se arriva un'ottima offerta. A questo punto dell’estate i due club avrebbero potuto già aver concluso due operazioni, Lazaro, passato in prestito ai granata, e Bremer, ma qui è intervenuta la Juventus a scombinare le carte in tavola. Il club piemontese sarebbe però interessato a Casadei, quindi ci sarebbe spazio di manovra per poter trattare con Urbano Cairo

Giocatori di Lazio e Fiorentina osservati speciali 

Sulla lista nerazzurra sarebbero altri due nomi, entrambi conosciuti in Serie A. Il primo sarebbe Manuel Lazzari, calciatore noto e apprezzato da Inzaghi che lo ha allenato quando sedeva sulla panchina della Lazio, ma che è uno dei favoriti di Lotito e quindi potrebbe risultare difficile portarlo via dalla capitale. Altro nome sarebbe quindi quello di Alvaro Odriozola, che la scorsa stagione si è distinto alla Fiorentina. Il difensore, dopo l’anno di prestito, è rientrato al Real Madrid, club con il quale ha un contratto in scadenza nel 2024 e che quindi potrebbe arrivare all'Inter con la formula del prestito oneroso. Altro nome sarebbe quello dell'ex Atalanta Timothy Castagne, oggi giocatore del Leicester, che alla Dea ha conquistato i tifosi con le sue giocate con Gosens.

Pinamonti: destinazione Sassuolo o Atalanta?

Tempo di lettura: < 1 minuto

CALCIOMERCATO INTER PINAMONTI SASSUOLO ATALANTA - Andrea Pinamonti dovrebbe lasciare l’Inter ma ancora non è nota la sua destinazione. Per adesso l’unica offerta coerente con quanto richiesto dai nerazzurri è arrivata dalla Salernitana, ma è stato il giovane attaccante a dire di no. Dall’estero ci sarebbe stato un interessamento del Nottingham Forest, di cui per adesso rimangono solo i rumors di mercato. I club che ancora concretamente sembrano essere interessati a proporre nuove offerte sarebbero Sassuolo e Atalanta

Calciomercato Inter, le possibili destinazioni di Pinamonti: Sassuolo e Atalanta

L’Atalanta è stato il primo club a interessarsi a Pinamonti. I nerazzurri di Bergamo però non sembrano al momento disposti a offrire più di 15 milioni per il talento di Ces. Inoltre sembrerebbero torcere anche il naso sul inserire la clausola di recompra. Il Corriere dello Sport scrive però che la Dea sembra essere la meta scelta dallo stesso Pinamonti e, anche se ci sarà da discutere ancora molto e le parole di Luca Percassi, amministratore delegato dell’Atalanta sembrano freddare questa possibilità. Potrebbe approfittare di questo momento di stallo il Sassuolo che già da tempo ha mostrato interessamento per Pinamonti. Per ora l’offerta dei neroverdi non ha superato quella della Dea, ma ha previsto il diritto di recompra.

Biasin: “È sbagliato dire che se Sanchez fosse uscito prima sarebbe arrivato Dybala”

Tempo di lettura: < 1 minuto

BIASIN INTER INTERVISTE SANCHEZ - L’affare Sanchez in casa Inter dovrebbe essere vicino a una risoluzione. C’è però chi si lamente che questo finale sarebbe dovuto arrivare prima per poter avere manovre diverse sul calciomercato in entrata. Fabrizio Biasin non è dello stesso avviso e lo ha dichiarato a Telelombardia. Queste le sue parole. 

L’intervista di Biasin sull’uscita di Sanchez dall’Inter

"L'uscita di Sanchez sposta molto poco. Non porta nuovi giocatori, l'Inter non prenderà altri attaccanti. Non arriveranno nè Mertens nè altri, la quinta punta sarà un giovane o all'occorrenza sarà avanzato Mkhitaryan. Gli attaccanti sono quattro e sono stati avallati da proprietà e staff tecnico. E per Dybala non sarebbe cambiato nulla perché l'Inter l'avrebbe preso se e solo se fosse andato via anche uno tra Dzeko e Correa, oltre a Sanchez e Pinamonti. Quindi è sbagliato dire che se Sanchez fosse uscito prima sarebbe arrivato Dybala. Dybala è passato in secondo piano quando si è aperta la possibilità Lukaku. Con Bremer, l'Inter ha subito la situazione. Con Dybala ha scelto di andare su Lukaku".