nerazzurrisiamonoi-lukaku-romelo-inter-parma...
Getty Images
Tempo di lettura: 3 minuti

INTER PARMA – L’Inter di Antonio Conte in una partita ricca di emozioni, pareggia in casa per 2-2 contro il Parma di D’Aversa. Al vantaggio di Candreva rispondono Karamoh e Gervinho. Pareggio definitivo di Lukaku. I nerazzurri falliscono così il sorpasso alla Juventus. Con i bianconeri che nel pomeriggio non erano andati oltre l’1-1 a Lecce.

Inter-Parma: nessuna sorpresa tra i nerazzurri

nerazzurrisiamonoi-lukaku-romelo-inter-parma...
Getty Images

Come annunciato già ieri da nerazzurrisiamonoi.it, Antonio Conte cambia solo due uomini rispetto all’Inter che ha sconfitto nell’ultimo turno di Champions League il Borussia Dortmund. Contro il Parma fuori de Vrij e Asamoah. Al loro posto Bastoni – con Godin centrale e Skriniar sul centro-destra – e Biraghi. Tra i ducali, falcidiati dalle assenze, gioca Karamoh, ex della gara.

Inter-Parma: vantaggio di Candreva, pareggia Karamoh, raddoppia Gervinho

nerazzurrisiamonoi-gervinho-karamoh-inter-parma...
Getty Images

La prima occasione del match è di marca ospite. All’ottavo minuto, sugli sviluppi di un angolo, Karamoh colpisce tutto solo di testa da ottima posizione. Palla di poco a lato, con Kucka che sfiora il tap-in vincente. Chi si aspetta fin da subito un’Inter arrembante sbaglia. Due minuti più tardi è ancora il Parma, questa volta con un tiro da fuori di Dermaku respinto un po’goffamente in angolo da Handanovic, ad andare vicino al vantaggio. Il primo sussulto nerazzurro arriva al 13 esimo: bella sponda di Martinez per Gagliardini, botta rasoterra deviata in angolo da Sepe. I padroni di casa sboccano il risultato al 23 esimo, quando un tiro da fuori di Candreva viene toccato di quel che basta da Kulusevski prima e Dermaku poi: portiere spiazzato e palla in rete. Tre minuti dopo l’1-0 Inter, è già 1-1. Brozovic sbaglia l’appoggio, Karamoh recupera palla e lascia partire un potente tiro che supera Handanovic. L’ex di turno non esulta. Ma non è finita qui. Al 30 esimo, sul secondo errore marchiano di Brozovic, è sempre il francesino a servire a Gervinho una palla che deve essere solo spinta dentro. 2-1 Parma e partita capovolta. Prima dell’intervallo Lautaro reclama un rigore per spinta di Iacoponi e poco dopo l’argentino sfiora la rete del 2-2 con un bel colpo di testa. Palla fuori e primo tempo che sic conclude col Parma avanti.

Inter-Parma: Lukaku firma il 2-2

Conte deve aver dato una bella strigliata ai suoi nell’intervallo. Uscita dal tunnel è un’altra Inter. Con i nerazzurri che lottano su ogni pallone, desiderosi di ribaltare la gara. Al 51 è già 2-2. Brozovic serve Candreva, assist perfetto per Lukaku: gol a porta vuota che l’arbitro Chiffi prima annulla e poi, dopo quattro minuti di consulto al VAR, convalida. Inter vicinissima al vantaggio al 56 esimo. Lautaro vola verso la porta avversario ma Dermaku stoppa miracolosamente il tiro dell’ex Racing. Veementi proteste dei nerazzurri al 63 esimo: Biraghi anticipa Darmian che sembra toccare con la punta del piede il 34 della Beneamata. Chiffi lascia proseguire e il VAR non interviene.

Fuori Martinez, dentro Esposito

Il match è vibrante. Con l’Inter che si sbilancia per cercare il vantaggio e il Parma pronto a colpire di rimessa. Karamoh al 70 esimo si conferma una spina nel fianco dei nerazzurri. Poi esce e viene applaudito da tutto il pubblico. Discorso simile anche per Martinez, sostituito da Esposito quando manca circa un quarto d’oro al termine della gare. Si preannuncia un finale caldissimo. Candreva al 76 lascia partire un missile che fa la barba alla traversa. Entra Politano, l’ex Sassuolo all’85 esimo viene falciato al limite dell’area. Posizione interessantissima. Sarebbe la zolla perfetta per Esposito, ma sul pallone va lo stesso Politano che calcia prima fuori e poi sulla barriera. All’89 Inter vicinissima al vantaggio. De Vrij (subentrato a Godin) colpisce di testa e Lukaku per un nulla non trova la deviazione vincente. 7 minuti di recupero e San Siro che diventa una bolgia.

Inter-Parma finisce 2-2

I tifosi vogliono vittoria e primato. La squadra nerazzurra non smette di crederci e ci prova sino alla fine. Il tiro di Brozovic al minuto 92 è deviato dalla difesa ducale, il diagonale al volo di Esposito al 93 esimo termina a lato di pochi centimetri con Sepe battuto. Ma l’occasione più nitida per i padroni di casa arriva ad una ventina di secondi dalla fine. Esposito anticipa Lukaku di testa e la palla va fuori. Chiffi fischia la fine, è 2-2. L’Inter resta al secondo posto e fallisce così il sorpasso sulla Juve.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments