nerazzurrisiamonoi-inter-marotta-zhang-summit-conte
Getty Images
Tempo di lettura: 2 minuti

INTER SUMMIT CONTE SOCIETA- L’Inter è arrivata ieri a Nanchino. Raggiunta anche dai sudamericani Godin e Vecino. Smaltito il solito bagno di folla dei tanti tifosi nerazzurri d’oltreoceano, la squadra si prepara per l’attesa sfida con la Juventus. A tenere banco però, c’è soprattutto il vertice di mercato previsto oggi. Ci sono tutti: Conte, Marotta, Ausilio e il presidente Steven Zhang. Dopo le parole di Conte alla vigilia di InterUnited, sembra necessario e propedeutico un confronto tra le parti. Si parlerà di Lukaku e Dzeko ma anche del capitolo cessioni, argomento sul quale il tecnico si è molto soffermato. È delle ultime ore la sostanziale bocciatura di Ivan Perisic: anched il croato è praticamente sul mercato.

nerazzurrisiamonoi-inter-marotta-zhang-summit-conte
Getty Images

Inter: summit di mercato Conte-società

Sul tavolo ci sono molti argomenti. Ben conosciuti dalle parti, a maggior ragione dopo le ultime esternazioni di Conte. Il tecnico si aspetta una svolta nell’affare Lukaku: per questo chiederà al presidente uno sforzo ulteriore per avvicinare le richieste dello United, ferme a 83.5 milioni per il cartellino del belga. Il tempo stringe, anche per il Manchester. A cui servirebbe tempo e margine per trovare un sostituto del bomber. Anche la situazione Dzeko sta andando troppo per le lunghe, al di là dei difficili rapporti con la Roma dopo il caso-Barella. Poi c’è l’importante nodo cessioni: Conte si è molto lamentato del fatto che “non sia ancora partito nessuno”. Chiaro il riferimento ai soliti noti Icardi e Nainggolan, per i quali oltretutto il valore di mercato continua a scendere. Sia a causa del loro mancato impiego, sia perché è risaputa la necessità dell’ Inter di liberarsene il prima possibile.

Inter, il nuovo caso si chiama Ivan Perisic

E poi c’è il caso Perisic: Conte è stato chiaro. È stata una sorta di provocazione averlo schierato come attaccante. Come a dire “ecco, potrebbe giocare solo lì”. La cessione del croato garantirebbe un tesoretto che, unito ai presumibili sforzi che Zhang garantirà al tecnico in sede d’incontro, permetterebbe di ripartire di slancio verso nuovi acquisti. Qualcuno parla di una possibile clamorosa inclusione di Perisic nell’affare Dzeko: con un robusto conguaglio a favore dell’Inter, ovviamente. Conte non porrebbe il veto. Ma, onorando il suo motto “chi ha tempo non aspetti tempo”, bisogna fare in fretta. L’ambizione della sua nuova Inter non può più attendere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.