L'Inter punta un obiettivo del Milan per la difesa

Tempo di lettura: < 1 minuto

CALCIOMERCATO INTER MILAN DIFENSORI - A Milano è il momento di concentrarsi sul mercato dei difensori. Il Milan, campione d’Italia in carica, è a caccia di un giocatore che possa garantire sicurezza e affidabilità a protezione della porta. Un centrale che possa infiammare San Siro con un recupero portentoso e magari svettare sugli angoli e portare in dote anche qualche gol. L’Inter è invece alla ricerca di qualcuno che possa sostituire Ranocchia

Calciomercato, Diallo balza in avanti per la difesa del Milan

In casa rossonera sembra aver conquistato la pole position per il ruolo di difensore Abdou Diallo, centrale che non rientrerebbe più nel progetto del PSG. Nonostante questo rimane ancora la pista Japhet Tanganga del Tottenham. Sul giocatore si sarebbe inserito però anche l’Inter, secondo quanto scritto da La Gazzetta dello Sport. Rimane però da lavorare sulla formula. Gli ‘Spurs’ vorrebbero infatti concludere per il prestito con obbligo di riscatto, mentre i rossoneri stanno cercando di ottenere il diritto di riscatto. Questa controversia di forma potrebbe agevolare i nerazzurri nel caso decidessero di tentare l’affondo. 

Zenga: "Onana avrà il suo spazio, ma è un inserimento di prospettiva"

Tempo di lettura: 2 minuti

ZENGA INTER INTERVISTA - Walter Zenga, ex portiere dell’Inter, ha rilasciato una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport in merito al calciomercato estivo e alla prossima stagione di Serie A.

Zenga sul calciomercato dell’Inter

“Sarei felice perché è tornato Lukaku, un attaccante che sposta gli equilibri di squadra e un po’ “sposterà” anche il modo di giocare dell’Inter. Perché ci siamo (dice proprio così, vecchio cuore nerazzurro) rinforzati con due giocatori di qualità, ma prospettive opposte: Asllani è il futuro, Mkhitaryan va verso il fine carriera ma può dare un respiro importante a tutti gli altri centrocampisti”.

Sul mancato arrivo di Dybala

“Io pensavo che l’Inter vendesse Lautaro, prendesse Dybala e con il ricavato comprasse Bremer e magari un altro centrale. Ma con Lukaku e Lautaro, sarebbe stato difficile inserire Dybala senza cambiare sistema di gioco: poteva fare solo la seconda punta con uno dei due”.

Nell’intervista Zenga parla delle preoccupazione dell’Inter

“Uno: Gosens è ancora un’incognita e Perisic era uno da 50 partite all’anno. Due: Dimarco è un quinto, non un terzo. Poi si può adattare come Darmian o D’Ambrosio, ma Inzaghi ha solo tre centrali di ruolo: gli altri sono arrangiamenti”.

LEGGI ANCHE ---> Qui Appiano, tutti bene, anche Sanchez, che non ha rescisso (almeno per ora)

Zenga sulla possibile partenza di Skriniar

“La gente di fantasia sognava lui con Bremer e Bastoni: dietro si giocava con la sigaretta in bocca. E chi verrebbe al suo posto? Il problema è comune, con il mercato aperto fino alla quarta di campionato compresa. E se a fine agosto arriva un’offerta da 70 milioni? Il club lo vende, ovvio, ma poi l’allenatore cosa fa?”.

L’intervista di Zenga verte su Onana e sul possibile dualismo dei portieri dell’Inter

“Reattivamente, elasticamente e anche scenograficamente forte, ma ha giocato poco negli ultimi due campionati, e in partite dominate, dove subiva pochissimo. Il paragone con Maignan non sta in piedi: il milanista era stato campione di Francia, Onana avrà il suo spazio, ma è un inserimento di prospettiva. L’Inter per me un titolare ce l’ha, è Handanovic. Inzaghi deve essere chiaro e decidere chi lo è dei due: punto. Non può alternarli: pensate al Napoli l’anno scorso, ci hanno rimesso tutti”.

UFFICIALE - Lazaro in prestito al Torino

Tempo di lettura: < 1 minuto

INTER TORINO LAZARO UFFICIALE – Era nell’aria, ora è ufficiale. Il giovane Valentino Lazaro è un nuovo giocatore del Torino. Il centrocampista arriva in prestito, con diritto di riscatto dall’Inter. Ecco, di seguito, il comunicato ufficiale del Torino. 

UFFICIALE, il comunicato del Torino sul prestito di Lazaro dall’Inter

“Il Torino Football Club è lieto di annunciare di aver acquisito dal Football Club Internazionale Milano, a titolo temporaneo con opzione per il trasferimento definitivo, il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Valentino Lazaro.

Lazaro è nato a Graz, in Austria, il 24 marzo 1996. Calcisticamente è cresciuto nel Grazer AK e poi nel Salisburgo con cui ha esordito, a soli 16 anni, nella massima serie austriaca nella stagione 2012-2013. Dopo una breve parentesi al Liefering, in prestito, è tornato al Salisburgo giocando sino al 2017, con 120 presenze e 15 gol, tra campionato e coppe. Dopo due anni in Germania, all'Herta Berlino, nel 2019 è stato acquistato dall'Inter. Successivamente ha vestito le maglie di Newcastle, Borussia Monchengladbach e, nell'ultima stagione, Benfica. Per Lazaro anche 36 presenze e 3 gol con la nazionale austriaca.

Tutto il Torino Football Club accoglie Lazaro con un cordiale benvenuto: buon lavoro, Sempre Forza Toro!”

Calciomercato Inter, Sanchez apre al Marsiglia

Tempo di lettura: < 1 minuto

CALCIOMERCATO INTER SANCHEZ MARSIGLIA - Sembra che la situazione Sanchez - Inter sia arrivata a un punto di svolta. Il cileno si è detto disposto a trattare la buonuscita con l’Inter ma non prima di essersi assicurato il contratto con in club da top lega. Al momento sembra però che l’unico club con cui sarebbe disposto a trattare Sanchez sia il Barcellona. Si parla di un possibile interessamento da parte di Siviglia e Napoli che deve essere confermato. Le offerte più concrete fino a ora erano arrivate dal Marsiglia ma Sanchez non sembrava intenzionato a trattare. Secondo La Gazzetta dello Sport l’avvicendamento sulla panchina del club francese potrebbe aver smosso la situazione. Igor Tudor e la possibilità di giocare ancora una volta in Champions League sembra aver convinto il cileno a sedersi al tavolo delle trattative per discutere l’ingaggio. Ci sarebbe infatti un accordo di massima per un biennale da circa 3 milioni a stagione. Il Corriere dello Sport scirve che il suo agente, Felicevich, si incontrerà con il Marsiglia per trattare. Una volta trovato l’accordo sarà il momento di parlare con l'Iter. Da trattare la buonuscita che dovrebbe aggirarsi intorno agli 8 milioni lordi, comprendenti anche gli stipendi arretrati. 

Calciomercato Inter, il Nottingham Forest si informa per Pinamonti

Tempo di lettura: < 1 minuto

PINAMONTI CALCIOMERCATO INTER FOREST – Andrea Pinamonti sembra molto vicino a non essere più un giocatore dell’Inter. Il club nerazzurro deve lasciarlo andare, per rientrare nelle richieste economiche avanzate da Zhang. Marotta&co però voglio cercare di massimizzare i ricavi ottenuti dalla cessione, non allontanandosi di troppo dai profitti che il Sassuolo ha ottenuto dal trasferimento di Scamacca al West Ham, poiché ritengono che i due coetanei abbiano un valore calcistico molto simile. L’Inter valuta il giovane di Ces circa 20 milioni. Inoltre i nerazzurri vogliono mantenere una certa influenza sul giovane talento. Condizione necessaria per trovare un accordo con il club di acquisto è infatti l’inserimento nel contratto della clausola di recompra a favore dell’Inter.

Calciomercato, Nottingham Forest si inserisce per Pinamonti

L’Atalanta è stato il primo club a interessarsi a Pinamonti. I nerazzurri di Bergamo però non sembrano al momento disposti a offrire più di 15 milioni per il talento di Ces. Inoltre sembrerebbero torcere anche il naso sul inserire la clausola di recompra. Il Corriere dello Sport scrive però che la Dea sembra essere la meta scelta dallo stesso Pinamonti e, anche se ci sarà da discutere ancora molto, la storia dovrebbe concludersi con la firma con i bergamaschi. Nel frattempo però anche il Sassuolo si sarebbe interessato offrendo la stessa cifra dell’Atalanta, ma senza mettere veti al diritto di recompra. Saltata invece, per volontà dello stesso Pinamonti, l’opzione della Salernitana, disposta a offrire i 20 milioni richiesti e inserire il diritto di recompra a favore dell’Inter nell’accordo. Alla lista delle italiane si sarebbe aggiunta ieri, scrive il Corriere dello Sport, anche il Nottingham Forest. Il club, alla ricerca di un centravanti, si sarebbe informato sull’attaccante e potrebbe spingere per portarlo in Premier.

Dopo Dumfries in Chelsea ci prova anche per Casadei

Tempo di lettura: < 1 minuto

CALCIOMERCATO INTER CASADEI CHELSEA - L'asse Chelsea - Milano sembra non voglia essere chiuso presto. Dopo l’operazione che ha riportato Lukaku all’Inter i contatti tra i due club non si sarebbero interrotti. I ‘Blues’ avrebbero infatti messo gli occhi prima su Dumfries e adesso anche su Cesare Casadei. Come nel caso dell’olandese però la prima offerta mossa dagli inglesi sarebbe stata rispedita al mittente. In via della Liberazione infatti gli 8 milioni offerti sarebbero stati valutati pochi per il Primavara. Reputano infatti che il suo cartellino valga almeno 15 milioni. Lo riporta il Corriere dello Sport insieme l'indiscrezione per cui i nerazzurri preferirCesebbero vendere Casadei a un club di Serie A per poter far valere il diritto di recompra e inserire l’operazione già nel prossimo bilancio. In Italia per Casadei ci sarebbero Torino, Sassuolo e Bologna

Il Chelsea in pressing per Dumfries

Tempo di lettura: < 1 minuto

CALCIOMERCATO INTER DUMFRIES CHELSEA - Denzel Dumfries è da inizio estate uno dei gioielli più pregiati di casa Inter. Diverse sono le squadre che, prima o dopo, si sono interessate al suo conto. Su tutte, il Manchester United. I ‘Red Devils’, su proposta dell’allenatore Ten Hag, potrebbero presto formulare un’offerta importante al club italiano. L’unica condizione per arrivare a questa risoluzione è la cessione di Wan Bissaka. D’altro canto l’Inter, che dovrà per forza di cose cedere un big, potrebbe pensare all’addio a Dumfries. Mossa che, tra l’altro, potrebbe permettere a Marotta & co. di resistere alle offerte per Skriniar. Lo United potrebbe non essere l’unico club interessato.

Calciomercato, l'offerta del Chelsea per Dumfries

Tra chi aveva già manifestato il proprio interessamento ci sarebbe, scrive Tuttosport, il Chelsea. I 'Blues' infatti devono trovare un sostituto per Azpilicueta. Il nome di Dumfries si era già inserito nell’asse Milano - Chelsea durante le trattative per riportare Lukaku all’Inter, ma alla fine non è servito. Gli inglesi però non avrebbero perso interesse per l’olandese, nonostante reputino eccessiva la cifra chiesta dai nerazzurri. La società londinese non sarebbe disposta ad andare oltre ai 30 milioni per il cartellino del difensore mentre in via della Liberazione lo valutano 45 milioni. Ma potrebbero decidere di accettare un'offerta che oscilla tra i 35 e i 40 milioni. Al momento la prima offerta dei 'Blues' sarebbe stata rispedita al mittente. Inoltre, sul taccuino del Chelsea sarebbero finiti lo stesso Skriniar, per il quale ancora però non ci sarebbe stata una mossa contreta, e Casadei.

Ronaldo: "Lukaku e Lautaro possono essere la coppia perfetta"

Tempo di lettura: 2 minuti

RONALDO INTER INTERVISTA - Queste le parole di Ronaldo, ex campione nerazzurro, rilasciate sulle pagine de La Gazzetta dello Sport in merito alla lotta scudetto e al mercato dei big club di Serie A tra cui l’Inter

L’intervista a Ronaldo sulla lotta scudetto: premio a Inter, Milan o Juventus

“Inter, Juventus, Milan, le tre favorite, ma in ordine alfabetico. Chi sarà ‘la’ favorita lo vediamo a fine mercato. Che, fra parentesi, mi sta rovinando le vacanze”.

I motivi per cui l’Inter è tra le favorite

"Perchè Inter favorita? Perché poteva vincere lo scudetto già l’anno scorso, diciamo pure che ad un certo punto l’aveva praticamente vinto. Perché è tornato Lukaku, uno che soprattutto in Italia, come si è visto e come si dice, fa la differenza. Perché lui e Lautaro possono essere una coppia quasi perfetta, e si è visto anche questo. Tanto feeling, tanti gol: cose che fanno bene ad una squadra”.

LEGGI ANCHE ---> Marotta: “Casadei è un talento. Ecco cosa dovrà fare prima di diventare un campione”

Ronaldo su Lukaku

“È voluto tornare lui, e fortemente: mi sembra già una garanzia, per l’Inter. Adesso deve ritrovare la condizione migliore. Se rischia di diventare come me ai tempi del Real Madrid? Non credo che Lukaku mi vorrà imitare: sa che deve farsi perdonare quell’addio e che all’Inter serve il giocatore che sapeva trascinarla, anche fisicamente. Più possibilità per i nerazzurri di vincere lo scudetto 2021/2022 con Lukaku? Non sono un indovino, ma ci sta. L’Inter ha perso lo scudetto perdendo il derby e gestendo male gli unici due mesi di difficoltà della stagione: è in quei momenti che ti serve coraggio, vincere partite complicate invece di pareggiarle. Ti serve aggrapparti a qualcuno: aggrapparsi a uno grosso come Lukaku è più facile”.

L’intervista di Ronaldo sul calciomercato dell’Inter

“Non sempre nel calcio si riesce a fare quello che si vuole e magari si vuole una certa cosa, ma ponendosi dei limiti. Che a livello economico l’Inter ha, e in Italia hanno in tanti, quasi tutti. A me sembra che Marotta e il mio amico Ausilio stiano già facendo i salti mortali, e saltino bene. Skriniar rimane? Questo non lo so. Ma se resta lui, nessuno dirà più nulla del fatto che Bremer è andato alla Juve: è quello che preoccupa i tifosi dell’Inter, no?”.

Duello solo tra Inter e Juventus?

“Come ai miei tempi? No, io penso che chi vince lo scudetto non si può mai considerare, fuori dalla lotta per vincerlo di nuovo. Perlomeno in partenza. Il Milan parte almeno alla pari con Inter e Juve, dunque le favorite sono tre. E forse ancora più staccate dalle altre rispetto all’anno scorso”.

Anche il Milan in lotta

“Perché c’è una base importante, fatta di giocatori e di un’idea di calcio che immagino resterà, ma si può ancora migliorare”.

Inter-Lione, le pagelle: Onana si presenta alla grande, Lukaku leader

Tempo di lettura: 2 minuti

INTER LIONE PAGELLE - L'Inter pareggia per 2-2 contro il Lione nella quarta amichevole ufficiale di questo precampionato. Ecco le pagelle di NerazzurriSiamoNoi.

Inter-Lione, le pagelle di NerazzurriSiamoNoi. I promossi

Onana: partitone del camerunense, che mostra la sfrontatezza di un ragazzo che conosce alla perfezione le sue doti. E poi le mostra quelle capacità a tutti. Con una super parata nel secondo tempo su Dembelè, ma anche con tante giocate pregevoli con i piedi.

Lukaku: il leader carismatico della squadra. Si prende sulle spalle l'Inter, realizza il gol dell'1-2 e fa vedere (o meglio intravedere) quanto possa essere importante per i suoi. Deve trovare anche lo smalto dei tempi migliori, ma è comunque già determinante per la squadra nerazzurra.

Barella: nel prossimo dizionario del calcio, alla voce: "Gol di pregevole fattura", metteranno l'istantanea della rete del centrocampista nerazzurro contro il Lione.

Skriniar: in realtà gioca da 6. Però porta maggiore solidità alla difesa interista, assai in difficoltà senza lo slovacco. Si intuisce comunque quanto sia prezioso per tutta la squadra. Urge rinnovo.

I bocciati, quanti errori in difesa

nerazzurrisiamonoi-barella-lautaro-dumfries-inter-lione-esultanza...
LaPresse

Bastoni: indietro di condizione e forma, non sembra nemmeno lui. Ogni azione avversaria proviene dalla sinistra nerazzurra, la destra dei francesi. Barcolla, ma non molla.

De Vrij: colpevole, insieme a D'Ambrosio, in occasione del gol del vantaggio del Lione, anche nella ripresa l'olandese commette più di un errore. Gioca tutta la partita, purtroppo verrebbe da dire.

D'Ambrosio: capitano dell'Inter, visto che Handanovic è in panchina, soffre tremendamente la vivacità degli attaccanti francesi.

Di Marzio: “Pinamonti molto vicino all’Atalanta”

Tempo di lettura: < 1 minuto

DI MARZIO CALCIOMERCATO INTER PINAMONTI - Tra le cessioni che l’Inter deve assolutamente chiudere prima della fine della sessione estiva di calciomercato c’è quella di Andrea Pinamonti. L’attaccante ha rifiutato l’offerta della Salernitana che offriva tutto quello che l’Inter chiede. Il giocatore però aveva già preso un accordo con l’Atalanta, meta ritenuta più valida. È Gianluca Di Marzio sul suo sito a dire che dopo il no al club campano, l’avvio di Pinamonti verso Bergamo è oggi più vicino. 

Calciomercato, Di Marzio sulle trattative tra Atalanta e Inter per Pinamonti

"Il club bergamasco è arrivato a un'offerta da 15 milioni all'Inter, che però continua a chiederne 20, esattamente quanto aveva offerto la Salernitana - si legge -. Basterà quindi un altro piccolo sforzo, con l'Atalanta che potrebbe magari aggiungere dei bonus per raggiungere la cifra chiesta dall'Inter. Intanto il club allenato da Gian Piero Gasperini ha già trovato l'intesa con il calciatore, motivo per cui si aspetta di chiudere presto l'accordo anche con l'Inter in modo da accelerare la trattativa. Rispetto a ieri, però, l'affare è davvero molto vicino alla chiusura".